.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


9 novembre 2008


NUOVI CONFORMISMI

Fabrizio Roncone (Corriere della sera, 8 novembre): "Ambra Angiolini – brava, ironica, con la rara capacità di non prendersi troppo sul serio - ...".

Ora, a me
quelli che dicono di non prendersi troppo sul serio non hanno mai convinto. Figuratevi quelli che scrivono di un altro che, sì, ha "la rara capacità di non prendersi" eccetera. Ciò che mi fa sorridere però è, in questo caso specifico, l'aggettivo: "rara". Ma come "rara"? Io direi che, oggigiorno (e anche un po' oggicomeoggi) siamo circondati da gente che dice di non prendersi "troppo" sul serio. Diciamo che - chi più, chi meno - tutti la mattina, mentre si fanno la barba o mentre si truccano, si guardano allo specchio e fanno: ehilà cazzone/a, anche oggi in pista! E giù, risate. 
 
p.s. mi rendo perfettamente conto che bisognerebbe scrivere un altro post sul fatto che sempre - dico, sempre - la frase contiene la parola "troppo": non prendersi "troppo" sul serio e non semplicemente "non prendersi sul serio". Sarà che mentre lo dicono non ci credono del tutto, ma anche no. Magari ne parleremo con più calma.


26 ottobre 2008


ADDAVENI' IL TRIBUNALE COLLETTIVO

"... ma il giudizio vero lo daranno le masse. Non c'è cifra, o volontà del palazzo, che possa sostituire quel tribunale collettivo".

Indovina chi l'ha detto:

a) Pëtr Alekseevic Kropotkin
b) Franco Turigliatto
c) Benito Mussolini
d) Goffredo Bettini
e) Jean-Jacques Rousseau


21 marzo 2008


E ALLORA PRENDETEVI PER IL CULO

Generalmente diffido sempre parecchio di quelli che dicono "sono abituato a non prendermi sul serio". Per due motivi: o - invece - si prendono molto sul serio e amano smodatamente il proprio profilo intellettuale, morale, estetico, eccetera; oppure non ci si prendono per davvero (sul serio) perchè non sono convinti di quello che dicono o che fanno o che pensano e allora confondono le carte, sì, insomma, fanno i vaghi.
E' per questo che quando ho sentito Goffredo Bettini dire a "Le invasioni barbariche" - di sè e di Veltroni - che, per carità di dio, lungi da loro prendersi sul serio, ho pensato con molto candore: ma se uno che si candida a guidare l'Italia non si prende sul serio, allora si prende per il culo?


30 luglio 2007


VELTRONI COME TOTTI

Goffredo Bettini ha detto che Walter Veltroni ha accettato la candidatura alla guida del Partito democratico soltanto "per dare una mano" e che "le primarie non lo assillano più di tanto perché fa il lavoro più bello del mondo, il sindaco di Roma".
Un po’ come Totti che preferisce la finale di Coppa Italia a quella del Campionato del mondo.


18 giugno 2007


IL CORAGGIO DI WALTER E I GIOCONDI DI SINISTRA

“Che sia l’assemblea costituente ad eleggere il segretario e, contestualmente, a indicare il proprio candidato premier da sottoporre alle primarie, che si terrebbero una volta consumata l’esperienza del governo Prodi. (…) Perché non siamo in un sistema bipartitico, ma in uno che prevede le coalizioni. Anche Prodi fu scelto dall’Ulivo come candidato, e in seguito si confrontò con candidati di altre forze, che non credo sarebbero contente se il leader fosse anche il segretario del Pd. Serve insomma qualcuno che non rappresenti solo il Pd, ma sappia andare oltre”.

Goffredo Bettini esplicita la strategia di Walter Veltroni:
1)
il leader si elegge quando il governo Prodi non c’è più
2)
lo sceglie l’assemblea costituente
3)
le primarie si fanno tra un candidato unico del Pd e una serie di figuranti.

A questo punto, se le primarie saranno finte come quelle che incoronarono Prodi, diventa fondamentale presentare liste veramente contrapposte per eleggere l’assemblea costituente. Non so voi, ma io da elettore di sinistra voglio sapere quanto pesa Veltroni, quanto pesa D’Alema, quanto pesano tutti gli altri. Sennò va a finire che Veltroni diventa candidato premier senza mai essere sceso veramente in campo. Per un leader non mi sembra il massimo e soprattutto... ma che c'abbiamo scritto Giocondo in fronte?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. d'alema veltroni bettini

permalink | inviato da attentialcane il 18/6/2007 alle 11:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre        dicembre