.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


23 aprile 2012


NEL DIZIONARIO DELLE COSE PERDUTE DI GUCCINI CI METTEREI ANCHE LE ELEZIONI

Hai voglia a cantare non compratemi i dischi e sputatemi addosso. A Francesco Guccini comprano pure i libri. E tanti. Il suo Dizionario delle cose perdute – un gustoso elenco ragionato di oggetti e abitudini che ormai, appunto, non ci sono più – è stabilmente nella top ten dei più venduti.

Ci aveva provato, con esiti eccellenti, già in Croniche epafaniche, a tirar fuori piccoli mondi antichi e storie color seppia. Anche lì gli oggetti avevano una loro evidenza storica ed erano inseriti in una sorta di Recerche proustiana. Stavolta però c’è di più: alla cifra intima dei ricordi si aggiunge l'urgenza documentaristica. La descrizione minuziosa dell’utilizzo dei vecchi pennini o della pompetta del Flit sono cose che non sfigurerebbero in un libretto di istruzioni per mercatini dell’usato.

Ogni gucciniano che si rispetti – e in Italia siamo in tanti – farebbe bene a leggerlo questo libro. Ma lo deve fare con uno spirito particolare, più gozzaniano che anarchico, diciamo. A me per esempio ha fatto tornare in mente cose bellissime. Mi sono intenerito al ricordo dell’alchermes che mia nonna riponeva nella credenza della cucina, ho avvertito lo stesso brivido soddisfatto di quando giocavo con il Meccano, ho sorriso all’immagine della mitica signora Gianna che bucava i sederi mio e di mio fratello con un siringone di vetro.

Non è però un libro nostalgico, avverte l'autore. Non c’è malinconia, semmai un po’ di “ironia sorniona”. E sornione è anche lo stile, riconoscibilissimo, barocco, arrotato, divertentemente aulico, (“ratti e alacri… sibariti dissipatori”). Cantautorato con altri mezzi, ecco. Con capitoli pensati come strofe di una ballata in rima (qui una bella intervista di Egle Santolini de la Stampa)

Ma, si sa, i libri - come le canzoni - vanno al di là delle intenzioni di chi li scrive. Assumono tante vite quante sono le interpretazioni e gli usi che se ne fanno. Guccini fa il suo mestiere e lo fa bene, ma politicamente questo Dizionario è un'autentica, micidiale revolverata nelle palle. E' l'ennesima goccia nel mare di una sinistra a trazione interiore, crepuscolare, nostalgica, “immergente” e “con fedi ed ossa rotte”, avvinghiata ad un understatement autoconsolatorio per alcuni, volpacchione per altri. Una sinistra pallosa, vandeana, finta burbera, pasoliniana, amante della terra come sanno esserlo i funzionari del catasto e i professori di liceo. Una sinistra che crede nella saggezza delle vecchie storie perché è incapace di inventarne di nuove.

Ok, siamo andati troppo avanti. Guccini non aveva la minima intenzione. Ha scritto soltanto un libro e, per giunta, pure divertente. Magari da leggere in un pomeriggio brumoso davanti ad un camino crepitante mentre alla tv danno la vittoria – l'ennesima – di Silvio Berlusconi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Dizionario delle cose perdute Guccini

permalink | inviato da Attentialcane il 23/4/2012 alle 23:35 | Versione per la stampa


6 novembre 2009


UN POST DI ESTREMA SINISTRA

Francesco Guccini ha dichiarato l'altro giorno al Secolo XIX: "Scommetto che i pugni alzati quando canto La locomotiva abitualmente votano a destra". Ora, probabilmente noi qua abitanti di Genova si andrà a sentire Guccini che ha rilasciato l'intervista al Secolo XIX di Genova per far sapere che canterà a Genova. Lo si andrà a sentire perchè Guccini fa parte della nostra giovinezza e la nostra giovinezza ci piace, soprattutto quando i 40 anni sono oltrepassati. Però. Però Guccini dovrebbe stare attento. Che significa "abitualmente"? Che la destra è diventata gucciniana? E cos'è la destra? E quando la sinistra cantava (non "canta"... al presente indicativo è la destra che canta) La locomotiva, e lui - Guccini - vendeva gran dischi, i pugni alzati erano di destra o di sinistra? Insomma il problema della sinistra in Italia è gente come Guccini.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sinistra musica guccini

permalink | inviato da Attentialcane il 6/11/2009 alle 19:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


16 novembre 2008


QUANTE BALLE SI HA IN TESTA A QUELL'ETA'

Berlusconi: "Ho gagliardia di un ventenne".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi Eskimo Guccini

permalink | inviato da Attentialcane il 16/11/2008 alle 19:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     marzo        maggio