.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


15 novembre 2012


ADDETTO STAMPA TI VOGLIO PARLARE

No, non è il virgolettato di un'intervista o di una conferenza stampa. E' la controreplica dell'allenatore della Juventus Conte sul sito ufficiale (quindi una roba scritta): "Leggo con stupore le dichiarazioni rilasciate oggi dal signor Cassano, a seguito delle quali mi trovo costretto a fare alcune precisazioni. In primo luogo, non ho mai proferito il termine moralità, della quale, tra l'altro, sono molto dotato, nonostante la squalifica per omessa denuncia sulla quale ho già espresso le mie opinioni in passato".

Ma chi cazzo è l'addetto stampa della Juventus?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Conte Juventus

permalink | inviato da Attentialcane il 15/11/2012 alle 23:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 giugno 2012


CARO AGNELLI JR., LE PAROLE SONO IMPORTANTI

Non ho ben capito cosa voglia Agnelli jr. quando difende i suoi tesserati in questa storia delle scommesse. Buffon, Bonucci e Conte sono juventini. E allora? Vuol comprare anche Mauri e Sculli per gridare al complotto? Purtroppo lo stile Juve si sta trasformando in un impasto di arroganza insofferente e fastidioso vittimismo. Visto che parliamo di stile, vorrei però porre l'accento sull'italiano: «Gigi Buffon è un atleta assolutamente leale e non ha bisogno di arrivare a situazioni di scommesse per fare quadrare nulla». Situazioni di scommesse? Far quadrare nulla? Ma come parla il presidente della Juve?


12 maggio 2012


LA JUVE E LA LEGGE DELL'OCCHIO PER OCCHIO STELLA PER STELLA

C’è da scommetterci: domenica il numero totale delle stelle sulle tante bandiere allo Juventus Stadium sarà rigorosamente un multiplo di tre. Questa storia dei 30 scudetti “effettivi” che la dirigenza bianconera ha deciso di gridare al mondo intero, impipandosene della sentenza definitiva emessa da tutti i gradi della giustizia sportiva, sta suscitando un serrato dibattito. E non solo nei bar.

Intendiamoci, come ricorda Mario Sconcerti, non esiste un regolamento che lo vieti. Però il terzo sigillo sulla maglia bianconera solleva questioni non soltanto formali ma, se volete, paradigmatiche per un paese come il nostro. La Juve è la punta di diamante di un’Italia che ragiona per clan, obbedisce a statuti autonomi e, sì insomma, fa un po’ quello che cazzo gli pare. Andrea Agnelli, pur senza esibire una prepotenza rozza, sta dispiegando la calma e felpata potestas del signorotto feudale che amministra la giustizia all’interno del suo territorio.

Ma in questo caso c’è – in più – un salto simbolico. Come quei cattolici che sottolineano la “rilevanza pubblica” per la propria religione, ora la Juve reclama un valore collettivo per un fatto che la tifoseria bianconera vive già con orgoglio nel proprio foro interiore. Che – è chiaro – non è sufficiente, non le può bastare. Non solo contrappone, con buona pace di Socrate e della sua cicuta, la propria idea di Giustizia a quella dei giudici che l’hanno condannata, ma ce lo vuole spiattellare in faccia ogni domenica e intende ricordarcelo appuntando (perché no?) una spilletta tristelluta al bavero di tecnico e giocatori ogniqualvolta verranno intervistati da Enrico Varriale. Una sfida muta, apparentemente non violenta, ma eversiva dell’ordine. Una testimonianza umida e sleale che sgretola la libertà dell’Autorità di sovrintendere al rispetto delle regole e all’applicazione della legge.

Come tutte le cose degli umani, la legge e le sue intepretazioni sono imperfette. Ma ad Andrea Agnelli non dovrebbe sfuggire una cosa: in uno stato non feudale l’osservanza delle procedure e delle decisioni assunte da un organo terzo non possono non contare. Altrimenti si torna all’occhio per occhio stella per stella.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Juventus

permalink | inviato da Attentialcane il 12/5/2012 alle 22:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 febbraio 2012


E CHE DOVEVA DIRE, FORZA MILAN?

Lo dico a scanso di equivoci: l’attuale Juventus di Andrea Agnelli e soprattutto il suo allenatore Antonio Conte non mi sono simpatici. Sono un mix di understatement balordo e autentico livore che denota una nobiltà un po’ impallidita. Detto questo, sto con Gigi Buffon. Come tutti quelli che sanno cosa significhi giocare a pallone. 

E’ vero, il gol di Muntari era valido e se il Milan avesse raddoppiato probabilmente avrebbe vinto la partita. Però il portiere della Juve che doveva fare? Andare dall’arbitro e dire scusi signor giacchetta nera siccome sono il capitano della nazionale e qua in Italia tutti vogliono fare gli anglosassoni, sì insomma… forza Milan?

Per i moralisti irriducibili Buffon è stato scandaloso e avrebbe dovuto fare come Paolo Di Canio in Everton-West Ham, quando si fermò a porta quasi vuota per permettere di soccorrere il giocatore avversario. Con la leggerissima differenza però che là la palla non era ancora entrata e magari Di Canio l’avrebbe pure sbagliato quel tiro.

Dicono: ok, ammettiamo che tu sia in buona fede e che nella foga del match quella palla un metro al di là della linea proprio non l’hai vista; quantomeno dovevi andare in sala stampa e dire sì, effettivamente… era gol, ma questo calcio è troppo veloce, gli arbitri sono esseri umani che sbagliano. Una boiata così. Dopotutto sei un azzurro e i bambini ti guardano.

Oggi invece Buffon ha rincarato la dose, forte – forse – dell’appoggio ricevuto dall’allenatore della nazionale Cesare Prandelli. Al presidente Aia Marcello Nicchi che lo aveva aspramente redarguito e aveva invocato una forma di collaborazione tra arbitri e calciatori ha risposto:
«Non ho capito che tipo di aiuto chiede, altrimenti arbitrano i giocatori».
Magari a Conte non dispiacerebbe.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Juventus Milan Buffon Conte

permalink | inviato da Attentialcane il 27/2/2012 alle 22:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 febbraio 2012


MAGARI CON LA SPILLETTA CON LA FACCIA DI VIALLI SUL BAVERO DELLA GIACCA

Ieri c'era un bell'articolo di Beppe Di Corrado sul Foglio (in rete non lo trovo). Tesi: e se invece di guardare a Zeman l'anticristo e "leader di qualcosa come Occupy football" guardassimo a Zeman come "una storia di calcio"? Perchè "c'è qualcuno che prima o poi gli farà solo e soltanto domande tecniche". Arrigo Sacchi intanto ha detto che "il Pescara è l’unica squadra in Europa, insieme al Barcellona, ad avere una identità precisa". Può essere. A me piacerebbe che tornasse in serie A con il Pescara, battesse la Juve a Torino e dichiarasse di nuovo: "Se il calcio è cambiato? Non direi, sono rimaste le porte, le linee e l'erba".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pescara juventus zeman vialli

permalink | inviato da Attentialcane il 12/2/2012 alle 8:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


3 marzo 2009


"UNA SQUADRA IMPORTANTE CON DEI GIOCATORI IMPORTANTI CHE FANNO GIOCATE IMPORTANTI"

Effettivamente però su Spalletti un po' c'ha ragione.


13 novembre 2008


DEL PIERO COME PALANCA

Noi per esempio al torneo amatoriale Arci c’avevamo mio cugino fratello.


8 ottobre 2007


MISURA

Per dare un'idea di cosa sia il tifoso genoano vi giuro che oggi, nel bar dove solitamente pranzo, ho sentito uno che diceva: "Belìn, un punto con la Juve, battiamo in casa la Fiorentina e poi ci andiamo a giocare il primato con l'Inter a Milano".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. juventus inter genoa fiorentina

permalink | inviato da attentialcane il 8/10/2007 alle 20:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre        dicembre