.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


4 novembre 2012


MA SCOMMETTIMI QUESTO

Insomma Montezemolo non scende in pista. Vespa ha equivocato. Anche se è sempre viva la sensazione che il ferrarista faccia un po' troppo il paraculo. “Però – spiega - resta confermata la volontà di dare il contributo per vincere la scommessa di unire il mondo dei moderati”. Ambè!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Montezemolo

permalink | inviato da Attentialcane il 4/11/2012 alle 16:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 giugno 2012


MANCO MONTEZEMOLO

Vabbè Roberto Saviano non si candida però dice: “Non rinuncio alla possibilità di costruire un nuovo percorso in questo paese”. Un think-tank con Fabio Fazio e Dori Ghezzi?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Montezemolo Saviano

permalink | inviato da Attentialcane il 1/6/2012 alle 15:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 novembre 2011


MI SA CHE CE L'HA CON IL DUCACONTE

Carlo De Benedetti ricorda oggi su Il Tempo Bruno Visentini e chiude così: "Oggi in tanti parlano di politica del fare, ieri Bruno parlava poco e faceva la politica". Vista l'ampia platea di coloro contro i quali se l'era presa ieri, a chi mai avrà voluto parlare oggi? Troppo facile dire Berlusconi. E se fosse Luca Cordero di Montezemolo?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. De Benedetti Montezemolo

permalink | inviato da Attentialcane il 18/11/2011 alle 18:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 giugno 2011


IL SUPERGIOVANE DIETRO L'ANGOLO

Massimo Gramellini diceva ieri che tutto il "magma rovente" venuto fuori dal referendum "si condenserà in qualcosa di inedito o di antico, ma solo a patto di incontrare qualcuno capace di dargli uno sbocco". Tra i leader che hanno, oltre che il carisma "la competenza, la sobrietà, il demone del riformismo" cita Casini, Renzi e Bindi, "tutti democristiani, come se questo paese non potesse essere nient'altro, nel bene e nel male". Magari ci tornerò su con una maggiore dose di articolazione perchè il tema merita, ma a tutta prima direi che Renzi di sobrio poco ha. Intanto qua ho scritto qualcosa: che Bersani ha la sua possibilità, a patto che la sappia giocare bene, e che di ritrovarmi Montezemolo - il supergiovane - come nuovo rastrellatore di onori dopo le sventure altrui non mi garba per niente. Perchè Gramellini dimentica una cosa: la natura dell'elettore democristiano è la mutazione. Ieri votava Andreotti, oggi Berlusconi, domani chissà.


19 aprile 2011


OK, POI PARLIAMO DI DOSTOEVSKIJ

«Il problema da risolvere non è già di trovare dei grandi industriali disposti a governare la cosa pubblica con la Ma mentalità industriale. Essi non potranno fare che del male. Saranno degli straordinari improvvisatori».
«E’ più facile sperare di risolvere con mezzi rapidi ed energici un problema complesso, che risolverlo in effetto». Che l´idea di sostituire il politico con uomini provenienti dalle industrie, dalla «vita vissuta», è favola perniciosa. Nella favola i non-politici «trasporteranno al governo i metodi di azione che sono loro familiari; faranno marciare le ferrovie»
Barbara Spinelli che cita un Luigi Einaudi del ’22 – poco prima della Marcia su Roma – a chi si riferisce? Anche a Montezemolo e a suoi treni veloci?


19 aprile 2011


"CHE VUOI? CHE GLI VADO A MENARE?"

A forza di farsi dettare la linea da Paolo Flores D’Arcais (e dalla moglie di Roberto Vecchioni) la sinistra si è cacciata mani e piedi in una situazione che la porterà nuovamente all’irrilevanza politica. Ha ragione Fabrizio Rondolino: l’Italia ha bisogno di essere liberata dall’anti-berlusconismo, con la Bicamerale ci stava quasi riuscendo e le uniche elezioni vinte dalla sinistra in maniera limpida furono quelle del ’96, quando Berlusconi fu trattato da avversario politico e non da genio del male. Adesso però temo che sia tardi. Adesso entra in pista lui e francamente non si capisce perché mai Ichino, Cacciari e Rossi debbano essere – ammesso che lo saranno – ministri di un governo Montezemolo e non ministri di un governo di sinistra vera e non pugnettara.


3 aprile 2011


PE' FALLA CORTA PE' FALLA BREVE

Ma mi scusi, ducaconte, non si era già cimentata, la società civile? E se provassimo con la società dei magnaccioni?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Montezemolo

permalink | inviato da Attentialcane il 3/4/2011 alle 19:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 dicembre 2010


PALLONI MOCASSINATI

Lo schiumoso Diego Della Valle ospite a Ballarò che parla - con una sciarpetta a mo' di cravatta che manco Zeffirelli e una serie di braccialetti al polso destro che manco Montezemolo - di cose che travalicano (anche se di poco) il mocassino, vale il prezzo del canone annuale Rai. Appieno.

P.S. a proposito di Montezemolo, l'avete letto questo?


20 novembre 2010


ITALO BOXINO

Sono stati parecchi quelli che hanno letto il famoso messaggio come un tentennamento (o l'ennesino cambio di rotta) di Gianfranco Fini. Il diretto interessato però risponde che "non è stata una retromarcia o una frenata. E' stato un pit stop". Per me Montezemolo gliel'ha promesso: se fa cadere Berlusconi il posto da presidente della Ferrari è suo. E Bocchino coordinatore dei box.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi fini montezemolo ferrari

permalink | inviato da Attentialcane il 20/11/2010 alle 15:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


31 agosto 2010


PENNACCHI MANDA AFFANCULO DON GALLO E UN PO’ ANCHE MARCHIONNE

 
Su questa faccenda di Mondadori evasore sollevata da Repubblica e su cui si sono espressi in tanti (su tutti scelgo il bell'articolo di Giulio Mozzi, che contiene link molto interessanti, e questo dei Wu Ming, scovato grazie a Cronachesorprese), ecco, su questa ennesima campagna a perdere della sinistra, ritengo che le parole definitive le dica – in due riprese – Antonio Pennacchi.

Il vincitore dell’ultimo Strega, intervistato dal Secolo XIX giorni fa,
aveva dichiarato: «Ma le sembra che un operaio si dovrebbe licenziare perché il suo padrone non è comunista? Gli operai non dovrebbero lavorare per Elkann e Montezemolo? Secondo lei Rizzoli e Feltrinelli sono dei rivoluzionari? Ma non diciamo cazzate...» (corsivi miei).
 
Discorso che, se ci pensate bene, non fa una piega, e che sarebbe da opporre anche a Sergio Marchionne quando - specularmente - pretende che gli operai non solo non si debbano licenziare ma si mettano una ramazza nel culo e spazzino la fabbrica.
 
In quella intervista Pennacchi aveva anche invitato Don Gallo – che, invece, aveva deciso di abbandonare la casa editrice di Berlusconi in segno di protesta – a “pensare alla Chiesa”. E, per rendere più chiaro il concetto, lo aveva mandato "affanculo”. Naturalmente Don Gallo ha risposto (“Pennacchi pensi agli evasori”) e Pennacchi non si è fatto pregare. Ha controreplicato oggi, sempre sul Secolo XIX, dicendo altre parole di assoluto buon senso:
 
«Fammi capire, don Ga’: non lo ha risolto Prodi in quattro anni di governo il conflitto di interessi, e adesso vuoi che te lo risolva io? La rivoluzione ve la debbono fare – da soli – gli autori Mondadori? E i Padri della Patria chi sarebbero a questo punto, Rizzoli e Feltrinelli? Paolo Mieli premier? Don Ga’, se tu non lo sai, queste a casa mia si chiamano contraddizioni in seno alla borghesia» (corsivi ancora miei).


5 febbraio 2010


SCENARI

Che la sinistra si prepari: Montezemolo è il nuovo Berlusconi


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Montezemolo Fiat

permalink | inviato da Attentialcane il 5/2/2010 alle 23:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 novembre 2009


UN POST ASSOLUTAMENTE GRATUITO

In 30 mila a Valencia per  Alonso 'ferrarista'«Siamo fortissimi»

Belli capelli.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Montezemolo Ferrari

permalink | inviato da Attentialcane il 15/11/2009 alle 21:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 luglio 2009


SBORONE



In realtà la f del nuovo think tank di Montezemolo sta per Ferrari.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica montezemolo italiafutura

permalink | inviato da Attentialcane il 1/7/2009 alle 20:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 maggio 2008


UNA MODERNA BORGHESIA RESPONSABILE

In questi giorni la vita sulla costa ligure è stata piuttosto dura. Tanto dura che ci si è informati poco e male sulle cose del mondo. Ho comunque sbirciato dal Corriere della sera del mio vicino di panchina a Porto Venere che Montezemolo dovrebbe fare, a meno di clamorosi colpi di scena, il rappresentante dell'italianità nel mondo, con un ruolo un po' da civil servant (così diceva il titolo del Corriere: "civil servant"). Secondo me dovrebbe fare un bel concorso da dirigente della Pubblica amministrazione e se non passa, via... a fare il ministro come un Calderoli qualsiasi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Montezemolo

permalink | inviato da Attentialcane il 4/5/2008 alle 18:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


22 aprile 2008


SI PUO' FARE

 

Istruzioni per l'uso: togliere la parte di Telethon, lasciare il "Dai" (che naturalmente non è l'imperativo del verbo dare bensì un'esortazione) e leggere questo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. montezemolo

permalink | inviato da Attentialcane il 22/4/2008 alle 9:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


19 aprile 2008


SI CALMI, GIOVANOTTO

Luca Cordero di Montezemolo 

La Lega dà uno
scapaccione a Montezemolo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. montezemolo confindustria sindacati lega

permalink | inviato da Attentialcane il 19/4/2008 alle 18:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


8 marzo 2008


QUANTO COSTA FARE FINTA DI ESSERE UNA STAR



Dopo aver letto il
suo titolo, è assolutamente necessario correggere una cosa scritta ormai più d'un mese fa: la delegazione degli industriali che, all'epoca della crisi di governo, si presentò alla stampa dopo l'incontro con Marini era gente decisamente su di giri per plurimi negroni e martini cocktail. E Montezemolo era senza dubbio amico del barman.


21 febbraio 2008


LUCA LA QUALUNQUE

Cchiù pil pe' tutti.


12 febbraio 2008


TIRA PIU' UN PELO DI IMPRESA

Che poi bisognerebbe anche mettersi d'accordo con se stessi. Non puoi dire un giorno che la crescita dell'Italia è merito delle imprese nonostante la politica brutta e sporca e la mancanza di riforme, e un altro dichiarare che la produzione è in calo per colpa - guardaunpo' - di quella stessa mancanza di riforme e di quella stessa politica brutta e sporca. Non lo puoi fare per una semplice ragione: lasciar passare l'idea che quel giorno là, sì quello in cui un pelo di impresa trainava praticamente il mondo emerso, tutto dipendesse soltanto (soltanto) da una congiuntura particolarmente scollacciata.


11 febbraio 2008


"COME POSSIAMO PENSARE DI NON TENER CONTO"

Di Montezemolo penso quello che Montanelli pensava di Berlusconi: che entri in politica e che governi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Montezemolo Berlusconi Montanelli

permalink | inviato da attentialcane il 11/2/2008 alle 22:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


2 febbraio 2008


CLASSE DIRIGENTE



La delegazione degli industriali che si è presentata alla stampa dopo l'incontro con Marini pareva una classe delle medie in gita scolastica.

E Montezemolo il professore di ginnastica.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. montezemolo marini crisi governo

permalink | inviato da attentialcane il 2/2/2008 alle 19:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 dicembre 2007


A PROPOSITO DI CAPACITA' DI INNOVAZIONE

Vedete voi. Io non ce l'ho fatta. Eppure me lo era imposto come imperativo categorico: leggi tutta l'intervista e poi, soltanto dopo, parla. E invece, niente, son qua a scrivervi che ho capitolato fin dalle prime righe. Quelle in cui Montezemolo ricorre alla solita parabola del Buon Ferrarista: "E' come se con l'ingresso nell'euro avessimo vinto un Gran Premio e poi la macchina si fosse inchiodata lì". E poi uno si lamenta degli articoli del Nyt.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. montezemolo ferrari new york times

permalink | inviato da attentialcane il 15/12/2007 alle 14:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


4 dicembre 2007


MA NO!

Io non mi soffermerei sul fatto che il pubblico impiego è brutto e sporco e gli puzzano pure le ascelle. Il punto interessante della caciarata di Montezemolo oggi alla Luiss (e di qui a maggio ne seguiranno altre, mi sa) non è questo, anche se bisognerebbe chiedere al capo degli industriali: ma scusi, dottore, se queste giornate di assenze ci costano così tanto, allora stai a vedere che i lavoratori statali hanno la loro bella porca produttività. Ma lasciamo stare. Il passaggio davvero esilarante è questo: "La nostra rimane una società incentrata sulle caste" e invece di premiare chi merita "viviamo in una società in cui la mobilità sociale è bassissima, dove i figli perpetuano il lavoro dei padri".


2 dicembre 2007


GENTE AUTARCHICA

A San Babila Berlusconi era su una Mercedes. “Trovo umiliante – dichiara indispettito Montezemolo – che una persona così eminente e così attenta alla gente usi macchine straniere anche quando era presidente del Consiglio; è umiliante per la Fiat e per il nostro paese”.
La gente?


17 novembre 2007


E MAGARI PORTAVANO PURE BOMBOLO E ALVARO VITALI



Lo chef Luigi Tondinelli sconfessa Montezemolo che aveva definito la proposta del governo sulla class action un "provvedimento all'amatriciana": "Con la Fenech - dice lo chef - per una vita è stato cliente fisso del ristorante Il Matriciano".


6 novembre 2007


ANCORA A PROPOSITO DI ATTUALITA'

A margine di quanto si andava dicendo qui e - soprattutto - per non ingenerare il sospetto di essere culo e camicia con Gian Antonio Stella che vede pericoli di fascismo dappertutto, diremo una cosa: una della cause dall'ascesa di Mussolini fu la paura del bolscevismo, cavalcata ad arte dopo il 1921 - anno a partire dal quale le cose si andavano un po' assestando e in cui, dunque, pericoli ce n'erano un po' meno - da industriali e giornali compiacenti (o ingenui) che reggevano loro lo strascico e che fingevano di non vedere i baldi giovani che scorrazzavano in Italia bruciando sedi operaie e picchiando ora questo ora quello.
Oggi quegli stessi giornali alimentano la paura di fascismo (mutatis mutandis, il bolscevismo attuale, almeno nella funzione) coprendo la discesa in campo dei soliti noti che usano le squadracce dei tecnici. Come allora, diciamo.


6 novembre 2007


ATTUALMENTE PARLANDO

 

Per chiunque abbia apprezzato I padroni del vapore di Ernesto Rossi, che parla della collaborazione tra fascismo e Confindustria durante il Ventennio e che consiglio molto per capire alcune cose attuali, è sempre salutare leggere cose così

P.S. Certo - come dice lui per tutt'altro argomento - occorre "abbandonare la pretesa di attualizzare ciò che attuale non è". Però gli si carpisce un certo qual sorriso sotto i baffi.


22 ottobre 2007


BOIA MCLAREN

Non so dove l'ho letta (ma mi pare di averla proprio letta) questa dichiarazione ottobrina di un volitivo Montezemolo sulla vittoria della Ferrari: "Noi non molliamo".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ferrari Montezemolo

permalink | inviato da attentialcane il 22/10/2007 alle 19:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


16 ottobre 2007


L'ELITISMO E' DI DESTRA

Piero Sansonetti nel suo editoriale di oggi su Liberazione ("Meno male che c'è il 20 ottobre...") dice alcune cose importanti. Uno: sulla faccenda del protocollo welfare, il governo appare subalterno alla Confindustria. Due: il Partito democratico nasce per ricomporre “la frattura che negli ultimi 15 anni ha segnato la borghesia italiana (divisa tra destra berlusconiana e centro montezemolino)”. Dunque Confindustria e Pd sono come il gatto e la volpe. Che, a ben vedere, è la stessa linea del recente libro di Ludovico Festa Il partito della decadenza. In questo articolo di Left Wing si sostiene che Festa, sebbene l'impostazione dell'analisi non sia del tutto sballata, ha tuttavia torto. E anche Sansonetti, aggiungiamo noi.


2 ottobre 2007


“VANNO ASCOLTATI I LAVORATORI”

A me pare in tutta onestà che Prodi stavolta si sia mosso bene. Sembrerebbe aver incassato il miglior risultato possibile sulla Finanziaria (sì, lo so, è presto per dirlo però la bomba per adesso l'ha disinnescata), ha rimandato di là la patata del welfare e che se la pelino quelli della Cgil e i “sinistri” del governo: la Cgil deve darsi da fare se vuole vincere bene il referendum e Rifondazione non può permettersi che vincano i no perché le accuse poi ricadrebbero su di lei (e su quelli come lei) che ha armato le fabbriche depotenziando il sindacato. Adesso è tutto un gioco di cerino e a sinistra mi sa che non si scotterà nessuno.
E poi c'è Montezemolo che, dopo Mirafiori, mi pare abbia dichiarato (prima di dire che il protocollo non si cambia) che bisogna ascoltare i lavoratori. Osservazione giusta in sé, ma – visti i tempi – piuttosto velenosa. Ecco, lui sì che il governo lo farebbe cadere volentieri domani.

sfoglia     ottobre        dicembre