.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


15 giugno 2011


IL SUPERGIOVANE DIETRO L'ANGOLO

Massimo Gramellini diceva ieri che tutto il "magma rovente" venuto fuori dal referendum "si condenserà in qualcosa di inedito o di antico, ma solo a patto di incontrare qualcuno capace di dargli uno sbocco". Tra i leader che hanno, oltre che il carisma "la competenza, la sobrietà, il demone del riformismo" cita Casini, Renzi e Bindi, "tutti democristiani, come se questo paese non potesse essere nient'altro, nel bene e nel male". Magari ci tornerò su con una maggiore dose di articolazione perchè il tema merita, ma a tutta prima direi che Renzi di sobrio poco ha. Intanto qua ho scritto qualcosa: che Bersani ha la sua possibilità, a patto che la sappia giocare bene, e che di ritrovarmi Montezemolo - il supergiovane - come nuovo rastrellatore di onori dopo le sventure altrui non mi garba per niente. Perchè Gramellini dimentica una cosa: la natura dell'elettore democristiano è la mutazione. Ieri votava Andreotti, oggi Berlusconi, domani chissà.


18 agosto 2009


JE PIACEREBBE!

 

 

 

 

 

Resto convinto di quanto andavo dicendo qui.

p.s. titolo ispirato da
lui


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Serracchiani Bindi

permalink | inviato da Attentialcane il 18/8/2009 alle 16:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


25 febbraio 2008


E VENNE IL MACELLAIO CHE UCCISE IL TORO ECCETERA

Ora è chiaro che qua non si propende per una regressione causale à la Branduardi, ma - alla luce delle ultime dichiarazioni della Bindi e financo di Franceschini - che senso tattico ha aver imbarcato Di Pietro che ha costretto Veltroni ad aprire ai radicali che hanno impaurito i cattolici che non aspettavano altro che di essere impauriti?

p.s. perchè macellaio? Perchè no?


27 agosto 2007


FINANZIAMENTO PUBBLICO DEI PARTITI E VECCHIE PAROLE

“… qualcuno dovrà pur dire come si concilia la retorica della separazione tra politica ed economia con la campagna contro il finanziamento pubblico dei partiti e in favore del modello americano, dove l’influenza delle grandi lobby economiche è addirittura istituzionalizzata (...) E’ sotto gli occhi di tutti il modo in cui, nei fatti, tali opposte argomentazioni si conciliano. I partiti, o magari i loro singoli esponenti, che sapranno guadagnarsi il favore di chi controlla l’informazione e la finanza – tanto più che in Italia le due cose vanno insieme come ciliegie – non avranno difficoltà a trovare le risorse e la pubblicità di cui hanno bisogno. Gli altri imparino a comportarsi come si deve, oppure si arrangino con le sottoscrizioni dei militanti e con i volantinaggi. Per far risparmiare i partiti c’è poi un sistema semplicissimo e già ampiamente utilizzato, che consiste nello stipare ministeri e assessorati di funzionari di apparato, lasciandoli così a carico della collettività, ma non più a carico dei partiti. E nel remunerare i propri privati finanziatori con appalti e con ogni genere di trattamento preferenziale”.

Tutto il resto qui.


sfoglia     maggio        luglio