.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


14 febbraio 2009


I NOSTRI IMPRENDITORI

«C'è una singolare acquiescenza di Confindustria con il governo: è impressionante. (...) Siccome hanno bisogno dei favori del governo, in questo momento non hanno la forza di rappresentare in modo adeguato l'interesse del mondo delle imprese».

Onestamente ritengo che Massimo D'Alema stavolta, per troppa bontà, prenda una cantonata: Confindustria ha sempre avuto bisogno dei favori del governo. Non si capisce quindi a chi si rivolga il corporativo Veltroni quando dice lavoratori e imprenditori di tutto il mondo unitevi.

p.s. non lasciatevi ingannare dal link e dalla necessità degli effetti speciali insita nel medium blog: Ernesto Rossi non scrisse un libro da fricchettoni e vale la pena leggerlo se si vuole capire come mai la nostra classe imprenditoriale si sia lasciata rappresentare per lunghissimi anni da Luca Cordero di Montezemolo.


19 aprile 2008


SI CALMI, GIOVANOTTO

Luca Cordero di Montezemolo 

La Lega dà uno
scapaccione a Montezemolo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. montezemolo confindustria sindacati lega

permalink | inviato da Attentialcane il 19/4/2008 alle 18:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


8 marzo 2008


QUANTO COSTA FARE FINTA DI ESSERE UNA STAR



Dopo aver letto il
suo titolo, è assolutamente necessario correggere una cosa scritta ormai più d'un mese fa: la delegazione degli industriali che, all'epoca della crisi di governo, si presentò alla stampa dopo l'incontro con Marini era gente decisamente su di giri per plurimi negroni e martini cocktail. E Montezemolo era senza dubbio amico del barman.


6 novembre 2007


ANCORA A PROPOSITO DI ATTUALITA'

A margine di quanto si andava dicendo qui e - soprattutto - per non ingenerare il sospetto di essere culo e camicia con Gian Antonio Stella che vede pericoli di fascismo dappertutto, diremo una cosa: una della cause dall'ascesa di Mussolini fu la paura del bolscevismo, cavalcata ad arte dopo il 1921 - anno a partire dal quale le cose si andavano un po' assestando e in cui, dunque, pericoli ce n'erano un po' meno - da industriali e giornali compiacenti (o ingenui) che reggevano loro lo strascico e che fingevano di non vedere i baldi giovani che scorrazzavano in Italia bruciando sedi operaie e picchiando ora questo ora quello.
Oggi quegli stessi giornali alimentano la paura di fascismo (mutatis mutandis, il bolscevismo attuale, almeno nella funzione) coprendo la discesa in campo dei soliti noti che usano le squadracce dei tecnici. Come allora, diciamo.


6 novembre 2007


ATTUALMENTE PARLANDO

 

Per chiunque abbia apprezzato I padroni del vapore di Ernesto Rossi, che parla della collaborazione tra fascismo e Confindustria durante il Ventennio e che consiglio molto per capire alcune cose attuali, è sempre salutare leggere cose così

P.S. Certo - come dice lui per tutt'altro argomento - occorre "abbandonare la pretesa di attualizzare ciò che attuale non è". Però gli si carpisce un certo qual sorriso sotto i baffi.


16 ottobre 2007


L'ELITISMO E' DI DESTRA

Piero Sansonetti nel suo editoriale di oggi su Liberazione ("Meno male che c'è il 20 ottobre...") dice alcune cose importanti. Uno: sulla faccenda del protocollo welfare, il governo appare subalterno alla Confindustria. Due: il Partito democratico nasce per ricomporre “la frattura che negli ultimi 15 anni ha segnato la borghesia italiana (divisa tra destra berlusconiana e centro montezemolino)”. Dunque Confindustria e Pd sono come il gatto e la volpe. Che, a ben vedere, è la stessa linea del recente libro di Ludovico Festa Il partito della decadenza. In questo articolo di Left Wing si sostiene che Festa, sebbene l'impostazione dell'analisi non sia del tutto sballata, ha tuttavia torto. E anche Sansonetti, aggiungiamo noi.

sfoglia     gennaio        marzo