.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


20 maggio 2009


AKA IL SERPENTE E LA MELA

"La spiegazione della disfatta concessa da Bertinotti è al tempo stesso uno scoop (io vi dico che eravamo sconfitti da 40 anni, e non ce ne eravamo accorti) e un gigantesco alibi (un po' l'effetto di chi giustifichi gli incidenti automobilistici con l'invenzione della ruota: ineccepibile, ma un tantino parziale)... Perchè augurare al viandante di sinistra che la strada sia lunga è una crudele realtà. Nascondergli il Tuttocittà, è un'altra cosa". (Stefano Cappellini - Il Riformista)

Ero più o meno intenzionato a scrivere qualcosa sull'ultimo libro di Fausto Bertinotti (Devi augurarti che la strada sia lunga). Non lo farò, perchè quello che c'era da dire
è stato detto.


29 aprile 2009


FAUSTO BOMBACCI



Ci devo pensare bene però, tenuto conto dei
trascorsi di recensore, probabilmente leggerò l'ultimo libro di Fausto Bertinotti, che si intitola Devi augurarti che la strada sia lunga. Dall'articolo (forse) di Stefano Di Michele oggi sul Foglio sembra si tratti di una sorta di triste bilancio sulla sconfitta definitiva della (sua) sinistra. "E' un libro - scrive Di Michele - che comincia evocando macerie (c'è il piccolo Fausto affacciato alla finestra della sua casa di ringhiera, a Milano, che osserva la città con ancora i segni dei bombardamenti) e che su delle macerie, stavolta politiche, si chiude". A parte il fatto che questa storia della casa di ringhiera è una cosa ricicciata (vedi Il ragazzo con la maglietta a strisce) e che ha anche un po' rotto i coglioni, a me un Bertinotti evoliano "in piedi sulle macerie" un po' mi intriga e un po' mi fa teneramente sorridere.

sfoglia     aprile        giugno