.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


6 febbraio 2012


IL MINISTRO CANCELLIERI E IL GUSTO PER LA BATTUTA

Qua siamo in piena escalation. Prima di Natale Elsa Fornero rilasciò un’intervista al Corriere della sera in cui sosteneva che l’articolo 18 non deve essere considerato un totem. Poi un giovin signore dal nome transalpino sferrò un paio di cazzotti a chi non studia e non lavora (e magari ha deciso di tagliare il caffè e le sigarette, come cantavano i Cccp). Quindi fu la volta del premier Mario Monti: il lavoro a tempo indeterminato, il cosiddetto “posto fisso” - motteggiò - è monotono.
Qualche giorno fa la Fornero è tornata a bomba sull’articolo 18 e, dopo il totem, ha introdotto
pure l’argomento tabù. Infine – Freud per Freud – ci si è messa anche il ministro dell'interno Anna Maria Cancellieri: i giovani - ha dichiarato - non trovano lavoro perché vogliono stare vicini alla mamma.

Ora, per carità, su alcune cose – in primis sull’articolo 18 – mi sento di non dissentire. Però c’è modo e modo di dire le cose. Francesco Merlo, quando il governo Monti si insediò,
spiegò
che questi ministri erano dotati di una diversa antropologia”, erano cioè – a differenza dei precedenti –“senza alcuna emozione, mai niente fuori posto”. A me pare che, forse loro malgrado, ultimamente stiano contravvenendo a questa loro diversità. Ché alla fine, avessimo avuto bisogno solo di buoni battutisti, allora tanto valeva tenerci Berlusconi e Brunetta.


2 febbraio 2012


MONOTONO



E' un album del 1978 e oltre al titolo, senza dubbio al passo con l'attuale mood giuslavoristico, contiene Massacrami pure, un pezzo - se volete - profetico. E mi sa che gli Skiantos l'avevano previsto, Mario Monti.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mario monti skiantos monotono

permalink | inviato da Attentialcane il 2/2/2012 alle 21:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 novembre 2011


MONTI E LA DIVERSA ANTROPOLOGIA

Ok, è un po' che 'sta cosa mi girava in testa (e un po' anche qua sul blog). Adesso l'ho scritta, anche se scriverne son buoni tutti.


18 novembre 2011


IL MINISTRO PLAYMOBIL

C'è in giro questa cosa che Monti sia un po' un cyborg. Antropologicamente parlando, diciamo. Secondo me c'è un po' di invidia e, nello stesso tempo, di ammirazione in questa considerazione. Che è oggettiva, sia chiaro. Ma il vero è vero fino a prova contraria e secondo me Monti e i suoi ministri ci riserveranno delle sorprese dal punto di vista della verve. La sinistra parruccona è avvertita: questi sono più ganzi di Michele Serra e di Concita De Gregorio.
Ok, comunque - a proposito di replicanti e robot - mi ha fatto molto ridere questa dichiarazione di Romano Prodi, da sempre alla ricerca di una sua cifra antropologica, lui che ormai non è nè professore nè politico: "Abbiamo un bel governo. Prenda tutti i ministri, li scomponga uno a uno".  


18 novembre 2011


MACCHINE E GO KART

A me piace il cucù mattutino di Marcello Veneziani sul Giornale, anche se a volte lo trovo un po' carico. Ieri per esempio Mario Monti era l'Uomo Macchina che "si accende solo se schiacci on (...) con le mutande di polistirolo e i capelli in vetroresina". Una cosa alla Crozza, diciamo. Se in questi giorni avete seguito i tornanti della crisi politica non vi può essere sfuggita la presenza di un giovanotto, sempre dietro a Monti con cartellina in mano. E' Federico Silvio Toniato, un funzionario del Senato che il nuovo premier stima molto (qui qualche notizia in più). Come può Veneziani non aver notato che quando Monti parlava Toniato, per guardare ai lati, muoveva soltanto i bulbi oculari? Monti sarà pure l'Uomo Macchina, ma anche Toniato non scherza come go kart.

Aggiornamento (18 nov): sull'argomento "cyber premier" un pezzo di Mattia Feltri. Ho come l'impressione che il genere si esaurirà presto, innanzitutto perchè si inflazionerà e poi perchè può essere che Monti ci spiazzerà tutti.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mario monti veneziani toniato

permalink | inviato da Attentialcane il 18/11/2011 alle 7:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 novembre 2011


ADESSO NON ESAGERIAMO

Il cast di «Drive In», la trasmissione simbolo degli anni'80, il capolavoro dell'ex-situazionista Antonio Ricci: risate facili e donnine discinte. sogno erotico di tanti ragazzi di allora  (Photoservice Electa/Mondadori Collection/Deligio)

Ok, riconosco anch'io che c'è stato un cambiamento di stile tra governo Monti e governo Berlusconi, però adesso non esageriamo.

p.s. e comunque Ezio Greggio sottosegretario non lo vedrei male neanche con Monti.


17 novembre 2011


INTESI?

Bersani ha detto che il Pd appoggerà il governo Monti "senza vincolo di durata". Qua si èabbastanza d'accordo, però poi nel 2013 si vota ok? 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Bersani Mario Monti

permalink | inviato da Attentialcane il 17/11/2011 alle 22:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


16 novembre 2011


MA DI COSA STIAMO PARLANDO?

La voce della Chiesa è una voce autorevole nella società italiana. E Mario Monti sembra averne tenuto giustamente conto nello scegliere i nuovi ministri (continua a leggere)


16 novembre 2011


BERSANI A VOLTE RITIENE DI ESSERE UN EROE

L'ho notato chiaramente. Quando Mario Monti, riferendo ieri sera sull'esito dei colloqui, ha detto che le parti sociali e i partiti hanno dato sostanzialmente il nulla osta e che sono pure disposti a fare alcuni sacrifici nei punti del proprio programma, gli si è formato un sorrisetto sulla guancia sinistra 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Mario Monti Bersani governo tecnico

permalink | inviato da Attentialcane il 16/11/2011 alle 8:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 novembre 2011


FRANCESISMI

A Genova si direbbe che Mario Monti vuol fare il buliccio con il culo degli altri.

p.s. e un po' anche i partiti col culo di Monti. Insomma una bella Fiera dell'est.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo tecnico mario monti

permalink | inviato da Attentialcane il 14/11/2011 alle 23:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 novembre 2011


IL LANCIO DELLE MUTANDINE


Non solo instant book, ma anche pubblicità. Una nota casa di intimo ha comprato oggi una pagina (anche) su Repubblica per sfruttare l’attuale congiuntura politica. Sopra ci ha messo una modella – “una ragazza del nostro catalogo”, ha spiegato l’ad Gianluigi Cimino – in reggiseno rosso e cagnetto sulla spalla, che si gira e ammicca con gli occhi cerbiatti. Il claim è “bye-bye Mr. President”.

Il nostro è un tempo in cui i tecnici vanno per la maggiore. Bene: questa è una pubblicità studiata da professionisti e di che tinta. C’è tutto, dentro: la festa, però non livorosa. Le monetine del Raphael sono state sostituite – e non è un brutto segnale – dalle mutandine di Natale. E poi aleggia una vaga aria di coglionatura che stempera un po’ questo clima emergenziale e plumbeo. Il richiamo a Marilyn è un classico che non invecchia, come il loden di Monti: al Kennedy in sella e alla bionda soggiogata dal carisma subentrano un premier disarcionato e lo sberleffo della pupa.

Magari ce lo vedo io, ma registro pure una citazione – simpatica, eh – delle ormai famigerate serate di Arcore, che tanta parte hanno avuto nella foliazione indignata de la Repubblica. Ma stavolta – pare di intuire – l’immagine della donna val bene l’uso che se ne fa.

“Abbiamo parlato per mesi delle vicende di questo governo – spiega ancora l’ad Cimino – e ora lo salutiamo con un pizzico di humour”. Lo stesso pizzico di humour che immaginiamo la Repubblica attribuisca – stavolta – ai propri lettori e, soprattutto, alle proprie lettrici.


13 novembre 2011


DOTTOR SPREAD E MISTER HYDE

Se Monti – il milanese in loden – nomina Pannella ministro della Giustizia sarebbe, dal punto di vista estetico, una cosa bellissima. Chissà i mercati, però.


12 novembre 2011


E TI AMO MAAARIOO-O-O-OO



C'è questa proposta di mettere il tricolore alla finestra a Berlusconi caduto. Anche se tutti sanno che Chinaglia non può passare al Frosinone e che nell’amaro benedettino non sta il segreto della felicità, non sarebbe male cambiare l’inno di Mameli con la canzone di Rino Gaetano. Ma magari quelli di
Libertà e Giustizia ci hanno già pensato.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mario monti

permalink | inviato da Attentialcane il 12/11/2011 alle 23:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


12 novembre 2011


LA FINE DEL BIPOLARISMO

"Io non voglio cadere nel giochino delle elezioni sì o elezioni no, anche se sono convinto che le elezioni non siano il male assoluto. Ma allo stesso tempo sono convinto che tra mettere il destino di un paese nelle mani dei cittadini e metterlo nelle mani delle nuove tecnocrazie sia sempre preferibile la prima ipotesi”. Questa è una cosa che ha detto Arturo Parisi al Foglio, e che qua si sottoscrive. Nello stesso articolo ci sono anche interessanti riflessioni di Romano Prodi che però l'altro giorno - a Berlusconi in sella - era un po' più entusiasta di Mario Monti.


10 novembre 2011


E ADESSO NON CI SEI CHE TU



Ora posso capire che là al Corriere della sera siano soddisfatti per tutta una serie di motivi, però mettere in home page al corriere.it una foto di Claudio Baglioni e spacciarla per Mario Monti è troppo.


7 novembre 2011


DEMOCRISTIANITUDINE

Nella vicenda Unipol Prodi peccò di mancata pronta difesa nei confronti degli ex Pci. Era il tempo dell’ “abbiamo una banca”, si stava andando verso il cambio di governo, Berlusconi avrebbe perso duro nelle elezioni politiche del 2006 e pensavano – Prodi, Rutelli e non solo loro – di aver la vittoria in tasca. Talmente in tasca da permettersi – in quel dicembre 2005 – di lasciare per qualche giorno sulla graticola Fassino e compagni. Per riequilibrare i pesi, diciamo. Poi Prodi vinse, ma col fiato di Berlusconi in rimonta sul collo, magari anche per colpa di quel calcolo lì, vai a sapere.

Stavolta, a Cavaliere morente (come la volta scorsa), Prodi esonda dal suo ruolo di padre distaccato e azzoppa Pigi Bersani che “è una persona eccellente, di grandi capacità, posso dirlo, è stato mio ministro, ma non riesce a uscire”. Gli manca la stoffa del leader, fa capire Prodi: “nei sondaggi il Pd non riesce a crescere come ci si aspetterebbe”. Lo fa - apparentemente - per appoggiare la candidatura di Mario Monti alla guida di un esecutivo tecnico, in realtà per segare le gambe all’eventualità di elezioni anticipate con un ex Pci alla guida del Pd.

Vediamo quello che succederà domani in Parlamento, ma ammesso che Berlusconi cada, ce lo meritiamo un governo Pisanu? Perché Mario Monti che si impegna in prima persona io non ce lo vedo proprio. E neanche Prodi.


26 gennaio 2008


ATT(U)ALISMO

Il Corriere della sera pensa creativamente già al dopo: si sostituisce a Giorgio Napolitano, scioglie le camere, fa vincere le elezioni a Berlusconi, nomina la commissione Attali in Italia e fa pure qualche nome (non direttamente, per carità, ma intervistando illustri personaggi).
Insomma Paolo Mieli è – gentilianamente – per la creatività dell'atto del pensiero pensante.

p.s. e, come diceva Corrado, non finisce qui: "E' con questo spirito di esercizio non accademico ma di reale riflessione e proposta politica che apriamo qui la discussione con alcune personalità del Paese".  


26 gennaio 2008


PENSIERO SALMONATO E DOLBY SURROUND

Nonostante il momento decisamente difficile il direttore mi sembra in forma ottimale.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Left wing crisi governo Mario Monti

permalink | inviato da attentialcane il 26/1/2008 alle 9:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 gennaio 2008


E COMUNQUE

Oggi Mario Monti sta sul Corriere con l'editoriale di prima e su Repubblica con una paginata di intervista.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mario monti crisi governo

permalink | inviato da attentialcane il 24/1/2008 alle 10:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo