.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


20 febbraio 2008


PREMESSO CHE LO SPIRITO SANTO SOFFIA UN PO' DOVE CAVOLO GLI PARE

"Ora sono un po’ diverso, è noioso essere sempre eguali. Chiunque mi sbatta la porta in faccia s’accorgerà che, non sapendo tuttora porgere l’altra guancia, prendo un’altra porta che mi si apra".

Quello che temo divertito? Che Ferrara si converta. E se si converte lo farà a modo suo. Eccessivamente. Magari se ne andrà a vivere in qualche posto sperduto dell'appennino, diventerà una specie di monaco intellettuale, una pingue pizia, un budda cattolico, una terribile coscienza dell'occidente, un Lindo Ferretti furbacchione, una Claudia Koll senza quel culo.


11 gennaio 2008


LA SACRALITA' DEL LEGAME

Se Ferrara legge questa notizia siamo fritti.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Divorzio Ferrara moratoria aborto

permalink | inviato da attentialcane il 11/1/2008 alle 12:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 gennaio 2008


PANEBIANCO NON E' ANDATO ALLA MONTAGNA

Leggendo che per Angelo Panebianco il senso della moratoria di Ferrara non è, "come pensano i poveri di spirito, di attaccare la legge 194..." viene un po' da sorridere. Ma, benedetto Iddio, se vuoi essere utile alla causa, ripassa almeno i fondamentali.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ferrara panebianco moratoria aborto

permalink | inviato da attentialcane il 10/1/2008 alle 21:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


8 gennaio 2008


LA FORZA DI UN AVVERBIO

Sabato la sbrodolata di Ferrara mi aveva fatto piuttosto impressione. Per la violenza, l’antimodernità, insomma sì, per la bava alla bocca. E dire che a questa iniziativa messa su dal Foglio non sono contrario in maniera preconcetta. L’unica cosa che temo è la sua pretestuosità. Siccome gutta cavat lapidem va a finire che tra tre o quattro mesi qualche cardinale si alzerà in piedi e dirà “bene, andiamo alla radice del problema: basta con questa 194 del cavolo”. Certo non lo diranno mai in modo così brutalmente ingenuo, mica son scemi. In fondo, forse, al di là di tutta questa antropologia, e filosofia, e linguaggio pieno di ismi, insomma al di là di tutta la roba “grossa” che Ferrara mostra di muovere, l’obiettivo potrebbe essere circoscritto all’Italia. Non è vero del resto – come è stato scritto da molti vaticanisti – che l’Italia è stata scelta per essere il “piave” della chiesa cattolica, la linea dura e pura da tenere e dalla quale ripartire per la controffensiva?
Comunque, dicevamo, sabato siamo stati piuttosto impressionati. Per tutte le cose che hanno impressionato Massimo Adinolfi. Ma anche per un passaggio secondo noi cruciale, anzi per un semplice avverbio: “la moratoria è la scelta di rendere chiaro, di formalizzare filosoficamente, giuridicamente, ed anche eticamente questa risposta: no all’aborto”.
Certo, quel giuridicamente si riferisce alla “Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo” e non alla nostra legge sull’interruzione di gravidanza. Però capite bene che un fante del Piave non sa cosa farsene della filosofia e dell’antropologia.


4 gennaio 2008


NIENTE GIOCHETTI DA PRETI

In linea di massima, in materia di moratoria sull'aborto, mi sento di essere cautamente d'accordo con lui. In definitiva perchè l'ha messa giù bene: bisogna far diventare l'aborto, che è prima di tutto una faccenda culturale e antropologica, uno degli argomenti della discussione pubblica. Seriamente, però. Inoltre mi piace molto il concetto di "libertà dal punto di vista culturale ed etico", che però è un concetto - a pensarci bene - un tantino scivoloso. Quello che invece temo fortemente - e gliel'ho scritto - è che, in realtà, "introdurre il discorso" porti piano piano a considerare normale impedire per legge l'interruzione di gravidanza. E che molti cattoliconi (la truppa dei farisei di cui parla Filippo Facci) altro non stiano aspettando che sferrare la proposta finale.
Il giorno di Natale ho ascoltato l'omelia di un mio amico prete. Diceva che sì, va bene la moratoria sulla pena di morte, noi cristiani siamo contenti, ma per un cristiano che ci sia o no la moratoria non cambia nulla perchè il cristiano non uccide. Punto. Ecco, il cristiano per non abortire non ha bisogno di una legge che lo vieti, non lo fa e basta. Poi certo, parlarne non solo in Chiesa, visto che le Chiese non sono proprio affollate, aiuta Ruini e compagnia. Però attenzione: niente giochetti da preti.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. il foglio facci moratoria aborto

permalink | inviato da attentialcane il 4/1/2008 alle 13:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo