.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


30 gennaio 2011


ANIMALITA' GRINZOSA E ANCHE UN PO' BOSCOSA

«Sanno che lì sotto c'è un bosco di rughe e peli bianchi e grinze e pieghe».

Il Merlo maschio scomoda le
lupe verghiane ma secondo me continua ad avere una prosa da autore pornosoft.


24 dicembre 2010


CAMPIONI DEL PORNO! CAMPIONI DEL PORNO! CAMPIONI DEL PORNO!

Siccome qua ho scritto una cosa sui funerali di Enzo Bearzot che potrebbe essere equivocata vorrei un po’ articolare. A me Bearzot era simpatico essenzialmente per un motivo: quando vidi giocare la nazionale del ’78 avevo 11 anni. Punto. Tutte le menate sul calcio che non c’è più e questo gran ciarlare di vecchi “valori” fa ridere. E soprattutto fa ridere che a parlare siano coloro che intasano la Domenica sportiva e i salottini delle tv private. Fulvio Collovati, per esempio. Ti piacciono i bei vecchi tempi andati? Allora vacci nella tua Età dell’oro, trovati un lavoro decente e manda affanculo Zazzaroni e Baconi. Il fatto è che – loro – in questi tempi qua ci stanno benone e di ritirarsi per curare gli altarini non ci pensano affatto.

Questi tempi qua – come dice Gian Paolo Ormezzano in un saggio qui dentro – sono, giornalisticamente, tempi pornografici. E i funerali di Enzo Bearzot, con i “suoi ragazzi”, sono pornografia delle più sublimi. Lo dico senza coloriture valoriali, sia chiaro. La pornografia non è in sé né un bene, né un male: c’è e, in alcuni casi, sfiora l’arte.

Ormezzano ha diviso la storia del giornalismo sportivo italiano in tre grandi periodi.
Dagli anni ’30 agli anni ’50, i grandi Cantori – Cougnet, De Martino, Carlo Bergoglio “Carlin” – descrivono le tappe del Giro d’Italia o le vittorie di Tazio Nuvolari in maniera diretta, asciutta, essenziale, come sa fare chi ama senza le fumisterie della psicologia e la noia dei piccoloborghesi.

Poi, con la morte di Fausto Coppi e la tragedia di Superga, inizia il periodo erotico. L’approfondimento, l’arabesco, la legittimazione letteraria dell’amore. Insomma, le pippe. Se prima lo si faceva per il gusto animale e contadino, adesso si è più raffinati, arrivano le perversioni. Il campione di questo genere fu Gianni Brera.

E infine  la pornografia. Che è voyeurismo, un immane sexy shop. E questa cosa è iniziata con Zoff-Gentile-Cabrini eccetera. E’ a quel punto che c’è stato lo sbraco. Intendiamoci, anche Brera un po’ pornografo lo era. Serviva però un grosso evento, una cosa che facesse crescere a dismisura l’entusiasmo. La tv ha fatto il resto.

Ecco, a me Paola Ferrari, Mario Sconcerti o Salvatore Bagni che utilizzano Enzo Bearzot per farci la morale un po’ irritano. Perché non puoi sfottere il pubblico, non è corretto. E’ come se Rocco Siffredi, nel pieno della sua azione, si girasse verso la telecamera per inneggiare all’amore platonico. Continua a darci dentro ché lo vedo che ti piace.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. calcio porno bearzot ormezzano

permalink | inviato da Attentialcane il 24/12/2010 alle 14:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 novembre 2010


CONTRORDINE COMPAGNI: VITALITA' BAVOSA

Lo aspettavamo e alla fine il pezzo del ridicolo Francesco Merlo è arrivato. E' molto violento e dice che in Berlusconi "c'è il desiderio sessuale ridotto a barlume, c'è il Viagra come pullulare di immagini e di suoni", che è "la bava che gli ha lasciato l'antico vizio del caprone e del toro da monta", che sono da preferire "i nostri maschi da casino" che almeno "erano cisposi e ruvidi ma non disperati". Merlo dunque ha di fatto ammesso che la trovata retorica sull'"animalità viziosa comunque vitale" che gli faceva preferire il Berlusconi affamato di figa al Berlusconi bestemmiatore è una cazzata di rara rotondità. Ma, tra tori da monta e maschi ruvidi, trovo che si sia lasciato un po' andare. Anche se bisogna riconoscergli un certo talento come autore porno soft.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Merlo Berlusconi porno Repubblica Ruby

permalink | inviato da Attentialcane il 3/11/2010 alle 22:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre        febbraio