.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


30 luglio 2009


LO DICO DA CATTOLICO, SIA CHIARO

"Non ho mai avuto grandi simpatie per le iniziative a favore dello “sbattezzo”: mi sembra mostrino un”incapacità di vera indipendenza dalle chiese e una debolezza vittimistica fuori luogo".

Potrei sbagliare, ma mi pare che lo "sbattezzo" sia proprio (proprio) in polemica con quella Chiesa lì e non con generiche "chiese". Poi si può anche scrivere chiesa con la "c" e non con la "C", ma è un altro discorso. Un discorso ye-ye, diciamo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Wittgenstein Sofri Chiesa sbattezzo

permalink | inviato da Attentialcane il 30/7/2009 alle 23:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


10 dicembre 2008


SPESSA

A differenza di Milano, le alture di Genova si sono svegliate sotto una spessa coltre di neve.


7 novembre 2008


"EHI SONO PROPRIO CONTENTO PER TE E PER TUTTI I NERI, VE LO MERITATE"

Visto che - dopo gli ultimi post - ho ricevuto migliaia di telefonate di fans inviperiti ("Ehi, Attentialcane, ma sei come Berlusconi?"), milioni di mail e miliardi di sms dall'Ohio al Nevada, dalla Pennsylvania all'Oregon  ("fuck off, attentivetothedog"), beh, siccome non ho tempo e soprattutto non sono bravo a chiarire, vi dico che la penso esattamente come lui.

"Adesso, improvvisamente, sono tutti contenti per i fratelli neri. È tra l’altro un altro dettaglio in cui si sente la grande differenza - anche generazionale - tra chi è contento che abbia vinto Obama perché è nero e chi è contento che abbia vinto Obama e non gliene è mai fregato niente che fosse nero. Insistere sul fatto che questa sia una grande vittoria contro il razzismo è riduttivo e antipatico: significa definire la grande campagna di Obama e il suo messaggio attraverso l’unico tratto involontario, ovvero il suo essere nero. Significa dirgli, dopo tutto quello che ha fatto e detto, “ehi, sono proprio contento per te e per tutti i neri, ve lo meritavate”. C’è un paternalismo insopportabile in tutto questo. Ed è la ragione per cui tutta questa insistenza sul “nero alla Casa Bianca”, che prevale su tutto il resto che entrerà alla Casa Bianca, mi infastidisce così: e poi magari esagero anch’io".


16 aprile 2008


HASTA LA COMETA, SIEMPRE

Fossi in lui non farei dello spirito: Volontè trombato avrà molto più tempo per scrivere ai giornali.


30 gennaio 2008


TRE COSE

Sono d'accordo: se ne possono dire molte. Una per esempio è che Marini dimostra meno anni di quelli che ha (e, manuali di scienza della politica alla mano, mi pare un argomento senza dubbio dirimente). Un'altra è che, in fondo, non vuole mica governare per cinque anni come Berlusconi. L'ultima è che questi giovani quarantenni sono piuttosto noiosi e prevedibili. Vecchi, diciamo.

Update: eccone un altro.


15 dicembre 2007


COPROBABEL 2

E comunque, in relazione a quanto si andava dicendo quiLuttazzi ha superato Macchianera e vede ormai Wittgenstein in fondo al rettilineo.


27 giugno 2007


LINGOTTO 1 - Panini-Africa-oratori

Degli articoli di ieri del Foglio su Veltroni ho notato anche io – come Wittgenstein – questo passaggio di Christian Rocca. E sono rimasto molto sorpreso di essere (ancora una volta) d’accordo con Salvati e con Campi (che non è propriamente uno di sinistra).

Michele Salvati: “… non ricordo in maniera precisa quale sia la sua (di Veltroni. Ndr) posizione sui temi del riformismo in economia. Guardo con grande simpatia la sua attenzione per i Democrats americani, ma se so esattamente cosa pensano Pierluigi Bersani ed Enrico Letta, di Veltroni non saprei cosa dire riguardo alle sue idee in tema di politiche sociali ed economiche”.

Alessandro Campi: “… scavando un poco nel pantheon canonico veltroniano – il cinema delle sale parrocchiali, le figurine Panini, l’Africa delle missioni, don Milani, JFK, i campetti di calcio negli oratori – si scopre anche quanto esso sia vagamente obsoleto (…) Chissà se è davvero di uno come Veltroni che la sinistra ha bisogno per darsi quel profilo riformatore e modernizzatore che tanti inutilmente invocano da anni”.


20 giugno 2007


GLI ERRORI DI D’ALEMA

Allora. C’è questa storia che Massimo D’Alema non ne abbia imbroccata una. E che – quindi – dov’è tutta ‘sta intelligenza? A questo proposito Wittgenstein riporta un virgolettato del direttore del Foglio (è una cosa di ieri, ma noi si arriva quando si può) in cui gli si addebita il fallimento della politica estera, della presidenza del Consiglio del ’99, della Bicamerale, del comunismo (sic) e di alcune altre cose.
Ora, sulla politica estera attuale direi di sospendere il giudizio (per ora), sul fallimento del comunismo non saprei (non pare a Ferrara di star un po’ sopravvalutando il vicepremier? No, dico: fallimentodelcomunismo). Quanto alla Bicamerale direi che il disegno era (ed è) giusto: certo che è fallito, ma casomai per la poca intelligenza altrui. L’unica cosa (forse) da addebitargli è il governo del ’99: in quel caso D’Alema non l’ha imbroccata innanzitutto ai danni di se stesso, bruciandosi per i secoli dei secoli. Diciamo che D’Alema – allora – fu molto meno machiavellico del Veltroni di adesso che per scendere in campo vorrebbe i paggetti e un contratto con clausole antitrombaggio blindate.
Secondo il nostro modesto parere l’unico, grave, irrimediabile errore è stato commesso quando non ha spinto abbastanza per un accordo all’interno dei Ds che scongiurasse la candidatura di Romano Prodi alle ultime politiche. Scelta nefasta di cui la sinistra pagherà le conseguenze per molto moltissimo tempo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. d'alema prodi ferrara wittgenstein

permalink | inviato da attentialcane il 20/6/2007 alle 9:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia     giugno        agosto