.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


29 settembre 2006


"DIALOGARE SI’, MA DICENDOCELA TUTTA"

Sono io il primo a dire che i cattolici possono intervenire quando vogliono su qualsiasi argomento e con le modalità che ritengono più loro confacenti. E che nessuno può zittirli. Ci mancherebbe altro. Però sono molto d’accordo con Federico Punzi che oggi al Riformista scrive una cosa semplice semplice: a patto che poi essi (i cattolici) la dicano tutta e non pretendano di imporre la loro visione come Legge Naturale.
Nella passata edizione di Otto e mezzo ci fu una puntata in cui in studio vennero invitati Marcello Pera e la Rina Gagliardi. Pera continuava a dire con un fastidioso sorrisetto di sfida che non si poteva “espungere” (mi pare utilizzasse proprio ‘sto verbo qui) dal dibattito politico l’esperienza cattolica sennò lo stato laico, che nasce proprio grazie a Cristo, diventava laicista e cioè ideologico e cioè intollerante e cioè brutto, sporco e cattivo. La Gagliardi non è stata capace di rispondere una cosetta sola, dritta come un fuso: smettila di giocare in difesa e di fare il finto tonto; concesso che lo stato laico ce lo saremmo scordati senza il Cristianesimo, chi te l’ha detto che non puoi parlare? Parla pure di tutto ciò che vuoi. A patto che nella tua visione di ordine naturale poi sia consentito a me di far valere la mia visione di ordine naturale (che poi è culturale). Se non rispondi a questa cosa “il pubblico – qui copio e incollo la lettera di Federico – viene imbrogliato e il prevaricatore passa per ragionevole”.




permalink | inviato da il 29/9/2006 alle 12:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     agosto        ottobre