.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


29 giugno 2004


FERRARA COME BOMBACCI

L’editoriale di oggi del Foglio conferma la natura di agitatore anti-borghese di Giuliano Ferrara. Questa cifra anarcoide dell’elefantino è forse la ragione profonda che lo ha fatto innamorare così profondamente di Silvio Berlusconi, considerato l’uomo nuovo, il “non-politico”, l’unico in grado di spazzare via i vecchi poteri romani, le connivenze tra sindacati e mondo dell’impresa, il conformismo degli intellettuali.
Alcuni passaggi:
“… quelli sono cuori in grisaglia, gente perbenino che può far sognare il ceto medio riflessivo, non certo animali di strada come noi”.
“L’establishment si riorganizza e si prenota stancamente con le sue mazurke”.
“Quei delinquenti degli intellettuali che se ne stiano tutti con l’Ulivo e con i girotondi”
“Fossimo un partito, sarebbe il momento di battersi per una svolta, di insidiare e minacciare il torpido potere dei burocrati del berlusconismo”
.
Ebbene, questi toni disillusi da amore finito mi fanno pensare a Salò. E a quella figura di assoluta tragicità che fu Bombacci, fondatore nel ’21 del Pci a Livorno e finito al capezzale di un regime che tentò, in zona Cesarini, di riesumare il vecchio spirito sociale degli esordi del fascismo. Bombacci colò a picco insieme a Mussolini.
Se Berlusconi vale qualcosa tornerà alle origini: “liberalizzazioni e crescita, responsabilità e libertà”, per dirla con Giuliano Ferrara. Cioè se ne infischierà di Follini e compagni e alzerà il tiro. Tenterà il tutto per tutto, ammesso che creda – veramente - a quanto ha promesso agli italiani in campagna elettorale.
In quel caso, se non ha la forza e se il Governo cadrà, Il Foglio sarà con lui e farà la fine del cuoco della canzone di De Gregori.

P.S. In verità io penso che Ferrara si sia innamorato della persona sbagliata: Berlusconi non ha mai avuto intenzione di fare - veramente - la rivoluzione che il direttore del Foglio vorrebbe. Il presidente del consiglio è bravo a fare caciara, questo sì. Ma la caciara non dura cinque anni.




permalink | inviato da il 29/6/2004 alle 23:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio        luglio