.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


30 luglio 2003


ESTATHE’ SI AFFIDA AI BRAVI RAGAZZI

Estathè ha cambiato spot: un John Travolta da festa parrocchiale ha preso il posto di Pedro, il messicano sfaticato col sombrero.
Dunque, basta con “mira el dito” o “ma cala la palpebra”.
Adesso un cetriolo allampanato balla sconsideratamente in camicia maròn, cerca di accalappiare una ragazza tutta carina e tutta sorrisetti e poi, con una faccia da prete mancato, sugge il suo Estathè scalmanandosi nella plastica frase: “Buono? Ci credo, lui sì che è un vero mito”.
Se qualcuno non avesse ancora visto questo spaccato esilarante di vita vissuta, ho qui il sito da cui si può scaricare lo spot.
Una frase però – sempre tratta dal sito ufficiale – voglio proprio farvela leggere.
Eccola: “La nuova strategia punta su questo plus (sic) distintivo del prodotto e Ferrero ha deciso di operare nel rispetto delle migliori regole della comunicazione”.
Il motivo del ripudio dei messicani pelandroni – al di là della doratura teorica – è bello e spiegato: chi beve Estathè oggigiorno? I chierichetti, i boy scout, le dame di San Vincenzo (chè la cocacola fa le bolle nella pancia), i bambini nei campeggi organizzati dai preti, gli animatori degli oratori, i salesiani in pectore.
Ecco il target da colpire.
Ecco il coraggio della scelta.
Ecco “le migliori regole della comunicazione” che da Verbo diventano Realtà Effettuale.
Solo che, dismessi gli abiti da bravo ragazzo, il parrocchiano doc piglia la sua Alfa Turbo, corre a 200 l’ora a Riccione e inizia a chiedere a tutte le pulzelle scosciate che vede: CONOSCI SERGIO?
Poi sale sui tavoli, estrae dalla giberna il suo Estathè e – sfacciato ed irridente – lo applica sotto le ascelle per mitigarne l’afrore.
Ah, dimenticavo, fa un’ultima cosa: recita una prece in plus (sic) per tutti i creativi del mondo, irrimediabilmente spiazzati dal suo comportamento… irrazionale.




permalink | inviato da il 30/7/2003 alle 21:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia     giugno        agosto