.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


30 ottobre 2006


A TAVOLETTA



Visto che le Iene stanno andando veramente a tavoletta con queste loro inchieste verità e tenuto conto del fatto che l'Italia – alfine – deve sapere, non potrebbero piazzare una telecamerina al posto del Magic Water e accertarsi se Luxuria, oltre a entrare proditoriamente nel bagno delle donne, la fa in piedi?

Update: anche Emanuele Macaluso - che è persona divertita e divertente - parla del pisello di Vladimir Guadagno




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 23:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


30 ottobre 2006


IN PENSIONE CON DIECI ANNI DI MARCHETTE



Intervistatore: Fassino dice che l’aumento dell’età pensionabile non è un tabù
Paolo Ferrero: Non lo sarà per lui che in futuro avrà la pensione da parlamentare. Ma per la gente comune forse è diverso

Ecco, uno che rilascia questo tipo di interviste in cui si vellica il qualunquismo del signor Rossi deve essere mandato indietro nel tempo in una bella fabbrica siderurgica di inizio ‘900. Dieci anni così e poi in pensione. Ma prima dieci anni così.




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 12:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


29 ottobre 2006


ZUCCHE DI PORPORA



In occasione della notte di Halloween prossima ventura, che sta diventando sempre più frizzante, mi è tornata in mente questa polemicuzza dello scorso anno innescata dall'allora arcivescovo di Genova Tarcisio Bertone.




permalink | inviato da il 29/10/2006 alle 15:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


28 ottobre 2006


RITRATTI



Per me Diaco e Pupo hanno qualcosa in comune. Un trisavolo o – più semplicemente – un tratto intellettuale che sfocia nel tratto somatico. Ecco, proprio in forza di ciò e tenuto conto della giovane età, perché Diaco non si propone come valletta di Insinna alla trasmissione dei pacchi?




permalink | inviato da il 28/10/2006 alle 16:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 ottobre 2006


PENSAVO E’ BELLO CHE DOVE FINISCONO LE MIE DITA ECCETERA

La notizia non è nuova ed ebbe anche delle varianti per così dire scientifiche, ma fa sempre un certo effetto sapere che c’è un concorso di airguitar nel mondo occidentale. Nella giuria dj Ringo, Dario Vergassola e Shel Shapiro sono “chiamati a valutare il complesso della prestazione «live» del performer: tecnica, creatività, abbigliamento e faccia tosta”. Che uno rimpiange di essere nato troppo presto sennò io allo scopettone e mio fratello al fustino Dixan avremmo sbaragliato tutti.




permalink | inviato da il 27/10/2006 alle 10:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


26 ottobre 2006


PER ME INSUPERABILI!

Nasce la bambina di due amici e vai a vedere poiché son cose da non perdersi. La gioia dei genitori, voglio dire, specialmente se sono tuoi amici. Ok. Dietro a un vetro ci sono loro, tutti/e nelle loro culle con il nome appiccicato sopra. Ci sono Eugenio, Marta, Chiara, Filippo. E c'è anche Marlin. No, dico: c'è Marlin. Ed è bellissimo. Solo che – come se non bastasse – gli hanno piazzato sulla copertina una coccarda rossoblu con la scritta “genoani si nasce”. Ora, io non ce l'ho con i genoani, ma con i genitori genoani che danno nomi di pesce sì.




permalink | inviato da il 26/10/2006 alle 22:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


26 ottobre 2006


MA-TE-MA-TI-CO

(TPS-TFR)2=LCdM+(DCxDDV)2008

Uqbar applica le scienze esatte alla politica e - segnatamente - al governo di centrosinistra.




permalink | inviato da il 26/10/2006 alle 15:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


25 ottobre 2006


RIFLESSI FILMATI

Volevo soltanto dire che, stante lo sciopero dei giornalisti televisivi, le partite trasmesse tutte una di seguito all'altra senza commenti, senza interviste, senza niente di niente che non fosse "riflesso filmato", beh non erano mica male.




permalink | inviato da il 25/10/2006 alle 23:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


25 ottobre 2006


MA CHE SIAMO IN UN FILM DI ALBERTO SORDI?



Va bene tutto. Anzi dirò di più: a me non me ne frega nulla di cosa fa Daniele Capezzone a letto. Però quando gli chiedono da quale personaggio politico si farebbe spalmare la crema solare non può rispondere: «Dio ce ne scampi e liberi, avrei paura che si fregassero anche quella». Cos'è? Una risposta libertaria? E, se lo è, in che senso lo è? Lavori piuttosto a denunciare chi frega ombrelloni, asciugamani, sdraio e pedalò. Faccia i nomi, perdinci.
Questa risposta piuttosto scioccherella mi fa ripensare con fastidio a quella volta in cui, facendo lo scrutatore di seggio, trovai una fetta di salame dentro una scheda elettorale con sopra scritto: “Magnateve pure questa”? Ma nel mio seggio non c'era nessun presidente di Commissione attività produttive della Camera e quindi giustificammo con una sonora risata chiunque avesse compiuto quel gesto rivoluzionario.




permalink | inviato da il 25/10/2006 alle 15:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


24 ottobre 2006


TANTO ORMAI...

Nel piedone pubblicitario a pag. 42 del Corriere della sera di oggi si caldeggia l'acquisto di questo libro qui con la seguente domanda che mi sa che vuole essere retorica: “Chi ha paura di Enzo Biagi?”. Che a me suona leggermente compassionevole, ma forse è soltanto una mia impressione.




permalink | inviato da il 24/10/2006 alle 21:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 ottobre 2006


A FILIPPI

Sarà uno stupidissimo pregiudizio negativo, uno di quei veli che non aiutano a vedere la realtà e le persone per come esse sono bensì per come uno se le rappresenta, però quando sulla Finanziaria Prodi dice che i fatti gli daranno ragione, sì insomma, che la storia sarà dalla sua parte, qua ci viene un po’ da ridere perché la parte di Bush gli viene piuttosto comica.




permalink | inviato da il 24/10/2006 alle 8:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


23 ottobre 2006


SAREBBE UNA RUINA

Nel nuovo numero di Left Wing vale senz'altro la pena leggere questo pezzo di Marco Damilano che contiene molti spunti. Vi si parla della venatura populista della Chiesa di Ruini e di Ratzinger e dell'istinto a muoversi come una lobby che mira a trasformare i politici in semplici burattini e portavoce di decisioni prese altrove. Oh, magari a Casini piace così, ma se piacesse anche a Rutelli siamo fritti.




permalink | inviato da il 23/10/2006 alle 21:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


23 ottobre 2006


LA CULTURA E’ UNA VERDURA



Carlin Petrini
– che ha inventato questa gallina dalle uova d’oro – è uno dei capintesta di Terramadre che inizia giovedì prossimo, nell’ambito del Salone internazionale del gusto e chi non mangia il lardo di Colonnata gastrite lo colga. Giorni fa sono uscite due paginate nella cultura di Repubblica (o del Corriere della sera, non ricordo più) con il ritratto a matita del Petrini. Titolo: “Il cibo è cultura”.
Qua si crede che il poeta Freak Antoni che urla estemporaneamente, durante l’esecuzione di questa canzone, l’immortale verso “la cultura è una verdura” sia un genio assoluto.




permalink | inviato da il 23/10/2006 alle 11:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


22 ottobre 2006


LA VERITA'

Messa delle 11.00, chiesa di San Giuseppe. Alle ore 11.30 circa si entra nel momento liturgico dell'Eucarestia e lo si fa con un dispiego di chierichetti ragguardevole e di catechiste che dispongono i portatori di cero perfettamente simmetrici rispetto all'asse della navata centrale e il prete parla lentissimamente (ma proprio lentissimamente).
Io ho in braccio il treenne e mezzo che fa: “Ma è vero?”
Padre: “Certo che è vero. Non è per finta. Il prete non recita mica”
Treenne e mezzo (dopo un dieci secondi circa): “Ma le parole che dice sono vere?”.

p.s. certe volte vorrei tanto che Giuliano Ferrara avesse un figlio




permalink | inviato da il 22/10/2006 alle 22:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 ottobre 2006


VALORI



Che fare footing fosse diventato ancora più trendy bisognava capirlo da un
indizio: Claudio Velardi, che in queste cose c’azzecca, gli dedica alcune pagine del suo libro L’anno che doveva cambiare l’Italia, precisamente nel capitolo sesto in cui parla di Prodi che si prepara alla lunga maratona elettorale. Solo che c’è un aspetto nuovo. Venerdì scorso è uscito su Style Magazine un servizio che esalta l’aspetto per così dire valoriale della corsa, lasciando sullo sfondo il vecchio approccio salutista. Il fior fiore dei manager italiani dice che il running è un’attività che genera autostima e aiuta la professione. Il titolo in copertina poi non ammette repliche: “La lobby del jogging per fare carriera”. Chi corre – si dice all’interno – è in grado di porsi obiettivi ambiziosi, ha tenacia nel perseguirli e la necessaria fiducia nei propri mezzi. Che indubbiamente sono valori. Solo una domanda: ma il vecchio valore del colesterolo – che per inciso è anche misurabile – che fine fa?




permalink | inviato da il 21/10/2006 alle 11:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


20 ottobre 2006


PADRE, FOGLIO E SPIRITO SANTO

Signori e signore, vi sottopongo le lettere di oggi al Foglio perché sono piuttosto comiche. L’argomento è il medesimo: Cristo, il Cattolicesimo e chi dice di volerli rappresentare anche politicamente.
La prima è di Gianni Baget Bozzo che dice – più o meno – di finirla con questo menare il torrone di Verona: quella assemblea è, nell’impostazione, piuttosto sinistroide perché lì tutti possono collegare la lingua a un microfono e dire ciò che vogliono. E ciò – pare di capire – non è cosa. Giuliano Ferrara risponde eludendo la provocazione. Ieri sul Foglio aveva infatti incensato l’intervento di Luca Diotallevi che è un giovinotto divenuto attempato nelle pieghe delle Curie; brillante sì, ma volerlo contrapporre a Tettamanzi mi pare un po’ spericolato (Diotallevi l’ho conosciuto personalmente e l’ho visto amoreggiare a lungo con la sinistra gne-gne tipo Alleanza Democratica, ma questo forse non c’entra nulla).
L’altra lettera è di Luca Volontè (sì, questo qui) che se la prende con l’Europa che non difende i cattolici trucidati nel mondo. Nella lettera c’è un passaggio curioso che fa un po’ il processo alle intenzioni di questa Europa qua: “… come dire: i cristiani se la vedano loro, noi illuministi difenderemo solo i nostri credenti”. Forse non ha letto bene il discorso di Ratisbona dove il Papa fa discendere l’illuminismo niente altro che da Cristo e dal logos greco. E’ chiaro che il polemista non deve stare a spaccare in quattro il capello, però qua il capello è grosso come un tronco.  




permalink | inviato da il 20/10/2006 alle 10:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 ottobre 2006


SE NE FREGA?



Era l'aprile di quest'anno. Un volitivo e mascellato Gianfranco Fini pigliava per il culo gradassamente e – diciamolo – anche piuttosto fascistamente l'analista della Fitch, una delle più grosse agenzie di rating del mondo, che a Ballarò stava esprimendo dubbi sulla tenuta dei conti italiani, gestiti allora dal governo Berlusconi. Quella stessa agenzia che – insieme ad altri – oggi legna il governo Prodi. Ecco, siccome non ho potuto seguire bene il dibattito delle ultime ore, qualcuno in studio mi sa dire se Fini stavolta ha detto qualcosa?




permalink | inviato da il 19/10/2006 alle 22:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 ottobre 2006


SQUALIFICATELO

Zidane definisce il libro di Materazzi “desolante”. Proposta: se entra nella classifica dei dieci più venduti, lo si ricacci al 100° posto. Et voilà.




permalink | inviato da il 19/10/2006 alle 14:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


19 ottobre 2006


IL MIO AMIKO CIULIANO

Già ieri aveva alzato la criniera contro Dionigi Tettamanzi, oggi dopo le parole del Papa a Verona (che riportiamo qui sotto), ho come la sensazione che – stavolta – Giuliano Ferrara la possa fare fuori dal vaso.

"E' sentita con crescente chiarezza l'insufficienza di una razionalità chiusa in se stessa e di un'etica troppo individualista: in concreto, si avverte la gravità del rischio di staccarsi dalle radici cristiane della nostra civiltà (…) Questa sensazione, che è diffusa nel popolo italiano viene formulata espressamente e con forza da parte di molti e importanti uomini di cultura, anche tra coloro che non condividono o almeno non praticano la nostra fede".

Comunque mi riprometto di tornare sull’argomento.




permalink | inviato da il 19/10/2006 alle 13:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


19 ottobre 2006


ECCO

All’Isola dei Famosi Massimo Ceccherini ha bestemmiato. Paolo Brosio ha commentato: «Max è indifendibile». E la Ventura?




permalink | inviato da il 19/10/2006 alle 11:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


18 ottobre 2006


CAMPI INCLINATI

Beppe Dossena ha da poco detto che l'Olympiakos (che gioca contro la Roma) si stava impadronendo dell'inerzia della gara.




permalink | inviato da il 18/10/2006 alle 22:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


18 ottobre 2006


ESERCITAZIONE GIORNALISTICA

Penso alla povera ragazza morta e ai 5 feriti gravi, ma in fondo è stato soltanto un incidente, probabilmente meno grave di uno dei tanti che ogni giorno capitano sulle autostrade. Letto sui giornali, e visto da lontano, sembra che Roma sia stata colpita da un attacco nucleare più grave dell'11 settembre”.

Diciamo che Mentana, Vespa eccetera hanno dato prova di essere pronti e reattivi nell’eventualità in cui, però mi sento di dare ragione a Christian Rocca.




permalink | inviato da il 18/10/2006 alle 13:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


17 ottobre 2006


POLITICAMENTE ESEMPLARI


 
Io e i miei cognati copriamo una buona parte dell'arco costituzionale italiano. Domenica scorsa, ciascuno mettendo tra parentesi i propri valori non negoziabili (Inter, martini cocktail e Freak Antoni), lavoravamo tutti chi più chi meno nel campo del Partito dell'Uliva Democratica. Proprio sopra Framura.




permalink | inviato da il 17/10/2006 alle 22:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


17 ottobre 2006


E RUTTO LIBERO

Questa storia delle tessere fantasma della Margherita mi fa pensare a quell’amico mio (sì, l'amico mio, quello somalo) che quando organizzavamo una cena a casa di qualcuno diceva di stare tranquilli chè alle ragazze ci avrebbe pensato lui.
Poi, al momento delle elezioni (dalle 20.00 alle 22.00), rimanevamo davanti al fuoco noi soliti quattro gatti a mangiare braciole e bere vino frizzantino.




permalink | inviato da il 17/10/2006 alle 19:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 ottobre 2006


TEO-BALLS

Sul nuovo numero di Left Wing si parla di sahari tessuti a mano dai lebbrosi di Madre Teresa.




permalink | inviato da il 17/10/2006 alle 10:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


16 ottobre 2006


DORMIRE NO?

Accendere Rai 1 alle 7 del mattino per consultare come un drogato sul Televideo i risultati
della giornata calcistica di serie C1 girone B, accorgersi che c’è Casini che parla con quella sua
bocca messa a rettangolo, non fare in tempo a togliere al volo l’audio prima di ascoltare
“... è stato per senso di responsabilità che…”, ecco, non mi pare il modo migliore di iniziare
la giornata.




permalink | inviato da il 16/10/2006 alle 20:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


16 ottobre 2006


TI TOCCO? E’ TUA L’ARIA?

Allora cerchiamo di ricapitolare. Ci sono questi teodem che dicono: voi, cari comunisti, siete stati sconfitti dalla storia. Un po’ è vero, però calma e gesso. I teodem si rivolgono con tutta evidenza ai Ds, unica forza ex comunista del futuro Partito democratico (ex da un pezzo, ma qua si chiedono sempre ulteriori esami del sangue e la cosa sta diventando onestamente noiosa). I Ds – dunque - non possono fare altro che rispondere. Lo fa la capogruppo dell’Ulivo al Senato Anna Finocchiaro: attenzione – dice con sufficiente buon senso e nessun tono minaccioso – perché così non si va da nessuna parte. Bene, Enzo Carra replica (incredibilmente): “Sembra quasi che si voglia ripristinare un comitato politico di controllo. Ebbene, queste forme di vigilanza sull’ortodossia del partito democratico noi non le tolleriamo. Se cominciamo così, con lo zittire gli altri, allora partiamo male”.
Allora, cosa avrebbe dovuto fare la Finocchiaro, porgere cristianamente l’altra guancia? E poi qua il gioco mi pare di questo tipo: io ti do uno schiaffo davanti a tutti, tu rispondi di non menare le mani, quindi io ti do dello stalinista e ti dico che se sei così prepotente non giochiamo più insieme.
Qua si pensa che questi cattolici che noi-non-ci-zittite siano dei piagnoni molto aggressivi con cui sia difficile dialogare in modo costruttivo (come cercavamo di spiegare qui) e a cui la Finocchiaro potrebbe eventualmente controreplicare: tu puoi dire quello che vuoi, ma io posso dirla la mia o l’aria è tutta tua?          




permalink | inviato da il 16/10/2006 alle 14:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 ottobre 2006


HACER MATASSA



Ho come l’impressione che quando parla con un giornale straniero Prodi esageri sempre un po’. Quella volta con Die Zeit, stavolta con El Pais: «Lei sa come si fa la mozzarella? Si gira con pazienza e si forma una matassa. Diciamo che io sto facendo una mozzarella. Se non riescono a cacciarmi via alla fine il Paese capirà le mie ragioni. E non possono cacciarmi perché non saprebbero che cosa fare».




permalink | inviato da il 16/10/2006 alle 11:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 ottobre 2006


QUALCHE PERCHE'

L'altra sera, sentendolo parlare a Otto e mezzo e rispondere all'impresentabile ministro Ferrero che se Prodi avesse voluto proprio dare un bel segnale non avrebbe dovuto diminuire gli stipendi dei ministri del 30% ma diminuire i ministri del 30% (Ferrero si è sentito chiamato in causa e ha risposto scompostamente), dicevo che sentendo parlare Nicola Rossi l'ho pensata anche io una cosa del tipo: ma perché uno così non sta al Governo? Oggi Il Riformista riporta un “dilemma riformista d'autunno” che circola anche tra i Ds: perché al Governo c'è Visco e non Rossi? Io sarei più tranchant: perché c'è Padoa Schioppa? Risposta: l'ha voluto Prodi. Ecco, appunto, ma perché Prodi?




permalink | inviato da il 14/10/2006 alle 10:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


13 ottobre 2006


GAZEBO



Spero che scuserete la cialtroneria di postare questa foto, ma quando Prodi il sexy sarà in grado di cantare I like Chopin come questo signore allora ne riparliamo.




permalink | inviato da il 13/10/2006 alle 10:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre   <<  1 | 2  >>   novembre