.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


31 dicembre 2008


PICCOLE GRANDI COSE

Una delle cose migliori dell'anno che se ne sta andando è stato mangiare un panino con la porchetta all'altezza di Strettura, un paesiello che sta tra Spoleto e Terni. Conoscete quei furgoncini lungo le strade? Ecco. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. SPoleto Umbria Terni porchetta

permalink | inviato da Attentialcane il 31/12/2008 alle 13:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


30 dicembre 2008


ARIDAJE

Giorgia (la cantante) si allinea a questi tempi qua scambiando Dio per il serenase: "Grazie a mia nonna ho scoperto Dio. Ora son meno pazza" (Il Giornale)


24 dicembre 2008


VORREI AVERE IL PICCONE

Fermo restando che per come si pone nel mondo Povia sarebbe un buon addetto all'estrazione di minerali, ritengo che la polemica preventiva sulla canzone che presenterà a Sanremo e che parlerebbe di un ritorno alla natura di un omosessuale "convertito" (da chi? Come? Aspetteremo Sanremo) esiga quanto meno la par condicio. Lo scorso anno Anna Tatangelo cantò "L’amore non ha sesso/ Il brivido è lo stesso/ O forse un po’ di più".
Ecco, perchè "un po' di più"?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gay società musica sanremo povia tatangelo

permalink | inviato da Attentialcane il 24/12/2008 alle 8:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


24 dicembre 2008


YES DARLING

 

Dopo l'Obama in costume hanno messo su una rassegna sui fisici dei leader, di oggi e di ieri, di terra di mare e di cielo. Qua si vorrebbe sostenere una verità incontrovertibile: Churchill - che non compare nella carrellata - è stato il più figo di tutti.

p.s. il titolo? Si dice che facesse leggere tutti i suoi discorsi alla moglie per averne un parere. Quando glielo dava le rispondeva sempre "yes, darling".


23 dicembre 2008


NON SONO UNA SIGNORA

Sono d'accordo col Papa. Comunque se Luxuria esordisse come cantante di cover di Loredana Bertè non ci troverei nulla di male.


22 dicembre 2008


POI MAGARI CI SCRIVO SU UN TRATTATO POLITICO

Io sono uno di quelli che è andato a vedere Madagascar 2. Ci sono cose ricicciate tipo la vecchietta che mena i leoni (stavolta un po' troppo), la presa per il culo dei newyorkesi, la citazione allusiva alla statua della libertà. E poi ci sono cose nuove tipo i pinguini capicantiere, le scimmie sindacalizzate che vogliono l'assegno di maternità, la zebra che si perde in un branco in cui l'individuo è indistinguibile. Nel complesso vale la pena.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cinema film madagascar 2

permalink | inviato da Attentialcane il 22/12/2008 alle 17:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


22 dicembre 2008


FINI' CON I CAMPI ALLE ORTICHE

Si fa presto a dire reverendo Jones. A me la guida di Veltroni fa più pensare a un altro Jones: il suonatore. Uno che piglia lucciole per lanterne e che vede in un vortice di polvere una gonna. Uno che sente la terra vibrare al suono di sondaggi favorevoli ma alla fine non si accorge (ma forse sì, chissà) che si trattava soltanto del suo cuore, un battito che era una proiezione di volontà più che un'illusione senza riscontro nel reale. Uno che non capisce che se un campo è coltivato e un partito è strutturato ciò non vuol necessariamente dire che la libertà è stata messa a dormire. Ma quale libertà è possibile in un campo non zappettato? Il territorio va controllato, irrigato, recintato sennò il raccolto va a ramengo. Certo, la conduzione poetica dell'esistenza, il saper suonare, il gusto che si prova nel lasciarsi ascoltare è una sirena infida. Ma ci sono molte controindicazioni. Una di queste, checchè ne dicano Fabrizio De Andrè ed Edgar Lee Masters, è il rimpianto. Perchè non mi si venga a dire, per cortesia, che il ridere rauco dà voti.


19 dicembre 2008


UNA PROPOSTA DI PANCIA

Dopo aver appreso questa notizia ho pensato che Roberto Saviano potrebbe essere un buon insegnante di anatomia politica. Del Mezzogiorno, si capisce.

“La questione delle armi è tenuta nascosta nel budello dell’economia, chiusa in un pancreas di silenzio

“Ficcare oltre 200 colpi nell’auto e oltre 40 nel corpo è invece un modo assoluto di cancellarti dal fegato della terra”.

p.s. ebbene sì, a differenza di quanto dicevo qui, Gomorra l’ho letto e sottolineato. E l’ho fatto per voi, è chiaro?


18 dicembre 2008


"IO SO' COMUNISTA COSl"

 

E' più forte di me: quando vedo Graziano Cioni penso al migliore di tutti noi.


18 dicembre 2008


QUESTIONE MORALE

Continua l'offensiva: cade anche l'Ambra Jovinelli. Per me, tenuto conto dell'evidenza della simbologia, domani Battista ci fa su l'editoriale.


17 dicembre 2008


“UN UOMO APERTO, NEMICO DEL CLAN”

Capisco la necessità di puntare sui propri cavalli sempre e comunque, sia che si debba partecipare al gran premio lotteria di Agnano o al gran cross della Sgurgola; riconosco parimenti che il più delle volte sia una questione di fiducia che rasenta l'innamoramento, deraglia nella mania e rovina fatalmente nell'ossessione. Però l’articolo di Carlin Petrini sulla morte di Carlo Caracciolo (“Amava i ristoranti e la buona cucina”) è veramente troppo. Magari su Repubblica c’è anche un pezzo di Roberto Saviano è mi è sfuggito.


17 dicembre 2008


PREMESSO CHE LO SPIRITO SOFFIA UN PO’ DOVE CAVOLO GLI PARE

Dopo il Vecchioni convertito («Sì, sono un credente e un cristiano che però usa anche l’intelletto») Il Giornale intervista oggi sullo stesso argomento anche Antonello Venditti («Bastava guardare i miei brani da una sfumatura diversa per trovare sfumature mistiche», corsivi miei).
Premesso quanto si deve premettere (prego vedasi titolo), qua si rispetta soltanto Giovanni Lindo Ferretti. Per
queste precise ragioni qui.


11 dicembre 2008


ANDIAM ANDIAM ANDIAMO A LAVORAR



Margaret Mazzantini
: “Scrivere per me è come scendere ogni giorno in miniera”.
In miniera.
Ogni giorno.


10 dicembre 2008


"PERCHE' SAI CHE SON STATO IL POETA DEI POVERI, UN ANARCHICO BUONO CHE SA FARE RIMPROVERI"

Aldo Grasso ha ragione: Checco Zalone è un genio. Ma qua si continuano a preferire loro.


10 dicembre 2008


SPESSA

A differenza di Milano, le alture di Genova si sono svegliate sotto una spessa coltre di neve.


10 dicembre 2008


PslA 2008

Torna il Post sotto l'albero, grazie al nostro Sir, con i consueti bei pezzi dentro. Il qui presente cialtrone non è stato in grado di mettersi lì e scrivere nulla (sai... un giorno a Tokyo un altro a Minneapolis...)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. PslA Post sotto l'Albero società blog

permalink | inviato da Attentialcane il 10/12/2008 alle 12:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 dicembre 2008


IL FUOCO PROVOCA GLI INCENDI QUINDI SAREBBE STATO MEGLIO NON FOSSE STATO MAI SCOPERTO

Sui maiali alla diossina interviene Carlin Petrini:

"Anche se in etichetta ci scrivono da dove viene e come è stato alimentato il maiale, come potremmo immaginare che il mangime che gli hanno dato è stato prodotto bruciando oli industriali non consentiti? È esattamente questo che cerchiamo di comunicare quando diciamo che occorre mangiare meno carne (...) Non si fa qualità pensando alla quantità. E non c'è motivo di continuare con questa ossessione della quantità in un'Europa sempre più obesa, cardiopatica e diabetica, in cui tutti si sgolano a dire che bisogna mangiare meno carne. Mangiamone meno, mangiamola buona, paghiamola il giusto e compriamola da chi ci fidiamo".

Non che Petrini non abbia ragione in alcune cose, però il discorso mi pare bisognoso di maggiore articolazione.

P.S. Il titolo mi è stato suggerito da questo libro che consiglio vivamente di leggere.


8 dicembre 2008


LA LETTERA SCARLATTA

Oggi il Corriere della sera ospita l'ennesima variazione sul tema. Che poi sarebbe il seguente: la sinistra non diventerà mai adulta perché incapace di fare i conti col proprio passato e i nipotini di Togliatti sono affetti dal solito settarismo e che democrazia compiuta sarebbe quella italiana se alla fine si riuscisse a togliere la maschera a tutti i comunisti, a schiaffeggiarli sulla pubblica piazza e ad apporre loro una bella lettera scarlatta sul petto, non la “a” ma la “k”. L'articolo - “Dimenticare (ora) Berlinguer” - è di Pierluigi Battista, ma poteva essere di Galli della Loggia o di Panebianco: la sostanza sarebbe stata la stessa. Prendendo spunto dalla copertina dell'Espresso, Battista parla dalla presunta “alterità etica e antropologica” della sinistra. “Il Pci di Berlinguer – scrive – impugnò la bandiera della diversità (...) una superiorità non più fondata sulla conoscenza e il possesso delle leggi della storia, bensì di quelle dell'etica”. E poi chiude con un ghigno vagamente stronzetto: “Oggi quell'illusione svanisce e niente appare più autoconsolatorio che richiamarsi a un'età dell'oro...”.
Ora, qua si pensa – con Battista – che la “questione morale” di Berlinguer non sia stata una bella trovata, però si ritiene anche che sia passata. E se ne devono convincere anche al Corriere della sera, a meno che non si siano definitivamente adagiati sul teorema che i comunisti vivano (tutti) al di sopra delle proprie possibilità morali. E di teorema si tratta, tanto che – sempre oggi – per dimostrarlo intervistano il professore girotondino Ginsborg, quello del ceto medio riflessivo, uno dei campioni di questa presunta “alterità”. Il titolo è emblematico: “Questo partito può finire come il Psi”, dove per “questo partito” si intende il Pd. Magari domani intervistano Pancho Pardi e fanno scrivere l'editoriale d'apertura al pronipote di Masaniello.
La sinistra sarebbe ben stupida, se non altro per non cadere nelle trappole di Battista-Galli della Loggia-eccetera, a ritenersi eticamente migliore della destra. E comunque, a costo di fare la figura dei soliti comunisti – quelli con la “k” scarlatta appuntata sul petto – una domanda ce l'avremmo e la formuliamo con l'umiltà del caso: e se fossero gli altri ad avere il complesso di inferiorità?


7 dicembre 2008


COERENZA



Al ministro Tremonti i vescovi hanno spiegato che, senza quei soldi, nelle aule delle scuole cattoliche si mangerebbe il kitekat. E' questo il motivo per cui ha dovuto obbedire: per essere coerente con la sua battuta.


6 dicembre 2008


MERITOCRAZIA

Anche io, come lui, ho dato una prima veloce lettura a questo appello. A me pare che i 52 parlamentari del Pd che l'hanno firmato si limitino a porre domande (sacrosante) e ad auspicare un dibattito sull’avvenire dell’Italia "senza reticenze", "scelte chiare e comprensibili a tutti", "limpidezza delle posizioni" e "una discussione franca e appassionata". Insomma un dibattito-franco-ed-aspro. Che è qualcosa. Ma è sulle risposte a quelle (sacrosante) domande - ruolo dell'Europa, crisi economica, sicurezza mondiale, modello di democrazia - cioè sulla ciccia del dibattito aspro, in una parola sul merito che si potranno misurare le chances di sopravvivenza del Partito democratico.


5 dicembre 2008


UNFIT



Walter Veltroni
 ritiene un onore essere considerato nemico da Licio Gelli: "In ogni caso, che il capo della ex loggia mi attacchi personalmente, per me non può che essere un onore". Licio Gelli - sempre in ogni caso - ha espresso in realtà un altro concetto: "Walter Veltroni dovrebbe scomparire poichè fa promesse che non può mantenere. La sinistra di oggi non farebbe paura alla P2. Oggi per difendersi dagli eredi del Pci non ci sarebbe neanche bisogno di una Loggia". Insomma, Veltroni smetta di pavoneggiarsi. Nella fattispecie non può essere applicata la massima mussoliniana "molti nemici, molto onore", bensì una meno alata battuta da avanspettacolo: "Scansate, regazzì!"


4 dicembre 2008


BLACK BLOCK ARTICO

Ora, è fuori di dubbio che le temperature si siano un po’ abbassate, che la settimana scorsa ha fatto veramente freddo, che Genova è una città dove i gradi percepiti sono leggermente più bassi per via del vento. Però ieri pomeriggio saranno stati 13 gradi e giuro di aver visto una donna con un piumino da esploratore artico che, cappuccio pellicciato sulla testa e sciarpa sul viso, pareva una black block in procinto di sfasciare le slitte Inuit parcheggiate sotto casa mia.

p.s. aveva anche il tipico occhiale oggi di moda, quello à la Ciccio Graziani, che pare veramente un occhiale da esploratore artico. O da saldatore, fate voi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. società ciccio graziani

permalink | inviato da Attentialcane il 4/12/2008 alle 0:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


2 dicembre 2008


SONO CIRCONDATO

Qua si vive lo stesso dramma esistenziale ben descritto da Achille. Che uno non riesce più ad entrare in libreria e comprare alcunchè senza che una vocina dentro lo rimbrotti aspramente: e delle decine di libri non letti impilati sulla tua scrivania cosa ne vogliamo fare, soprammobili? Il problema - immenso - è però un altro: puoi anche tenere duro e non comprare un cazzo di niente, ma come la mettiamo se nell'ultima settimana amici e parenti ti hanno prestato n. 8 opere di narrativa e saggistica varia?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. società letteratura libri

permalink | inviato da Attentialcane il 2/12/2008 alle 23:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre        gennaio