.
Annunci online

attentialcane [ politica e occidentalismi ]
 


"Bau bau baby"
                Freak Antoni 


Segui attentialcane su Twitter


Scrivetemi su: maxsorci@yahoo.it

Questo blog è gemellato
con Nonsolorossi.



  
Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete!
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 
CIRCUS.IT : XML/RSS/ATOM Feeds Aggregator

Antipixel di Lamianotizia 


29 febbraio 2008


E' MAGIOR FOR DE SIVIC SENS



Aò... let sit daon di old pipol, plìs.


29 febbraio 2008


HASTA LA RIVISTA SIEMPRE!

 

Come immagino voi tutti sappiate, oggi è venerdì. (è evidente che lì all'Espresso mi fiancheggiano).


28 febbraio 2008


ARZATE, A CORNUTO! ARZATEEE!

Quello del Pdl (Infophoto)

Quando passo davanti a questo manifesto mi prende un
inspiegabile brivido alla schiena.


28 febbraio 2008


STAI VEDERE CHE SCENDE IN CAMPO

Per Berlusconi siamo un po' coglioni, per Prodi non capiamo un'emerita cippa e per Pippo Baudo siamo dei gran merdosi.


27 febbraio 2008


PICCOLETTI

Mi dite perchè non riesco a pensare ad altro?

Update - no, una cosa qua la si pensa (diciamo che la si spera, per quanto possa valere): che poco prima, solo un istante prima di andarsene da quel postaccio lì, abbiano potuto pensare al giocattolo più bello che abbiano mai avuto o alla storia più fantastica e più a lieto fine che potessero immaginare.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cronaca gravina ciccio e tore

permalink | inviato da attentialcane il 27/2/2008 alle 12:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


27 febbraio 2008


I SOLITI COGLIONI

Berlusconi: "Se però gli italiani dovessero far vincere Veltroni allora vorrà dire che se la saranno cercata".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica berlusconi elezioni veltroni

permalink | inviato da attentialcane il 27/2/2008 alle 11:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


26 febbraio 2008


BUONA DOMANDA

10:29 Veltroni a Fam. Cristiana: "Nel 2001 nessuna critica"
"Perchè nel 2001 non è stato detto nulla quando Pannella si candidò con Berlusconi?". A chiederlo è il segretario del Pd, intervistato a Radio Anch'io sulle critiche arrivate da Famiglia Cristiana all'accordo siglato tra Pd e Radicali.

Update: quello che aveva rilevato Kerub ieri nei commenti lo dice meglio Luca oggiE' che uno, quando non ha tempo ed è tanto frollato da dimenticare i fondamentali, tende a fidarsi. Sbagliando.


26 febbraio 2008


UN MAURO TASSOTTI SENSIBILMENTE INVECCHIATO AL FESTIVAL DI SANREMO

 Toto Cutugno (Emmevì)


25 febbraio 2008


POST STRETTAMENTE FAMILIARE

 

Ricordo un doppio in cui mio fratello ed io, entrambi militanti nella gloriosa squadra di tennis tavolo della Giovanni XXIII, ci battemmo gagliardamente contro una coppia di Città di Castello indubbiamente al di là della nostra portata. A un certo punto del match - credo fossimo già al secondo set e stessimo perdendo per 17 a 1 dopo aver perso il primo 21 a 2 - a mio fratello, nella concitazione del top, scappò di mano la racchetta che sibilò all'estremo ridosso di un componente della coppia avversaria, che fece una faccia un po' come il tizio in foto. Fummo a un passo dal colpaccio.

p.s. naturalmente può anche succedere che ad aprile al Partito democratico vada meglio. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sport tennis tavolo

permalink | inviato da attentialcane il 25/2/2008 alle 23:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


25 febbraio 2008


E VENNE IL MACELLAIO CHE UCCISE IL TORO ECCETERA

Ora è chiaro che qua non si propende per una regressione causale à la Branduardi, ma - alla luce delle ultime dichiarazioni della Bindi e financo di Franceschini - che senso tattico ha aver imbarcato Di Pietro che ha costretto Veltroni ad aprire ai radicali che hanno impaurito i cattolici che non aspettavano altro che di essere impauriti?

p.s. perchè macellaio? Perchè no?


24 febbraio 2008


IL PROBLEMA DELLA DIACRONIA


Dopo tanti anni finalmente ho capito perchè non mi convince il programma di Sandro Piccinini al posto di Novantesimo minuto. Non è tanto per le chiacchiere di Liguori o di Abatantuono o per le fregnacce dell'arbitrocesari. No, è per gli inviati. Giorgio Bubba o Tonino Carino facevano i cronisti: al 43° palo di Negrisolo, al 23° del secondo tempo Della Martira sigla il pari (proprio così: sigla). Qua invece - da Piccinini, voglio dire - il problema è tutto causato dagli apprendisti editorialisti. Mai che Bruno Longhi faccia il cronista, per esempio. Ti coriandolizza il match in centiania di spunti, in migliaia di eventi collaterali e di episodi prepartita che al tifoso non interessanono per nulla (almeno non a me). Dico, mai che tu riesca a capire il minuto esatto in cui il Milan o la Samp sia passata in vantaggio. E' tutto una sciabolata e un tapin. Il problema, in buona sostanza, è la diacronia. Possibile che non lo capisca quel frescone di Longhi? 
E' in virtù di questa riflessione che ritengo Corrado Orrico (lo ricordate neh?) un eroe dei nostri tempi per aver dichiarato ormai molto tempo fa, ad un programma Mediaset, che "vabbè, se lo dice Bruno Longhi allora lasciamo stare!".

p.s. che poi ci sarebbe da ricordare anche un penoso siparietto di Longhi che suona la chitarra e Beppe Dossena che canta, ma a quel punto Orrico lo facciamo presidente della Repubblica. 


24 febbraio 2008


SQUASSAMENTI

L'Avvenire ha definito "squassante" l'accordo tra Pd e Radicali. Squassante!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Avvenire Radicali Pd Partito radicale

permalink | inviato da attentialcane il 24/2/2008 alle 16:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 febbraio 2008


“CIO' NON VUOL DIRE RITIRARSI”



Prodi
continua a scrivere alle redazioni di mezza Italia. Oggi scrive a Repubblica rispondendo – con la consueta acidità – ad un commento di Curzio Maltese che aveva ricordato come l'ex premier avesse rinunciato ad un altro giro in Parlamento per la regola che impedisce ai parlamentari di terza legislatura di candidarsi per la quarta volta.

“Caro direttore, (...) solo per amore della precisione, tengo a sottolineare che tale regola non riguarda minimamente il mio caso, avendo io svolto la funzione di parlamentare soltanto per due mezze legislature (...) mi considero quindi un parlamentare giovane".

Ora, l'operato del governo va difeso, non ci piove. E va anche fatto notare quando un giornalista è impreciso (e a Maltese capita). Però bisogna fare tutto con stile, senza stizza né pedanteria. Ecco, il Prodi
che si sveglia alle 5.30, si fa la sua rassegna stampa personale e poi si chiude nello studiolo per rispondere per le rime a tutti, ostentando tra l'altro una calma risentita assolutamente falsa, beh, questo Prodi non fa un grande servizio a se stesso e soprattutto può diventare un problema serio per il prosieguo della campagna elettorale. Comunque torniamo all'ultima lettera, quella di oggi: Prodi dice che è stata sua e solo sua la scelta di non ricandidarsi perché bisogna dare l'esempio in prima persona e – quindi – favorire “un deciso ricambio della classe dirigente politica (...) Ciò non vuol dire ritirarsi e tanto meno disimpegnarsi dalla vita politica”.


22 febbraio 2008


CHE PARLI DI ASOLE E MARTINGALE

Stasera alle Invasioni Barbariche uno dei due Dolce & Gabbana (mi sa Dolce) ha detto di essere un cattolico, sì ma "non proprio per i sacramenti", un po' "così... francescano, contrario alle gerarchie". 
Magari ci tornerò col conforto delle fonti, ma mi pare che San Francesco una delle cose a cui non poteva rinunciare era la Chiesa in quanto ordinatrice di preti in grado di celebrare l'Eucarestia di cui lui (che non poteva dire Messa) non poteva fare a meno. E l'Eucarestia è un sacramento bello e buono, il più grosso sacramento che c'è, diciamo, senza il quale uno non può dire di essere cattolico e infatti San Francesco era cattolico regolamentare. Insomma, Dolce (o Gabbana?) non sa quello che dice.


22 febbraio 2008


"PIU' SEVERI E PIU' BUONI"

Prevedo che questo post sulle caratteristiche dell'uomo di sinistra sarà linkatissimo. Io la chiusa la preferisco già a "duri senza perdere la tenerezza".


22 febbraio 2008


20, 50, 100 EURO

Non starete mica a guardare la cravatta blu vero? Uno che ha iniziato la lotta di classe deve vestire bene per non dare nell’occhio. E colpire inesorabilmente le forze oscurantiste del capitale. Così stamattina – che è venerdì e quindi esce l’inserto di Arte contemporanea insieme all’Espresso – entro inappuntabile nell’edicola piccoloborghese. L’intento è la provocazione rivoluzionaria, l’accensione della miccia. Porgo alla signora non 20 ma 50 euro. Lei mi dà sollecitamente il resto scandendo gli importi sonoramente, quasi in gesto di sfida. Senza dubbio si sente circondata, lo sento. Venerdì prossimo ripeterò l’operazione: con 100 euro.


22 febbraio 2008


OK, MA POI GLI HANNO DATO LA MANCIA?

 

Si danno convegno alla Stazione Termini e restano completamente immobili per tre minuti. Un po' superblinda come fosse installazione umana.

p.s. a me dà molto da pensare l'agitatore col megafono. Che è molto probabile sia quello che ha scritto "let's rock" qui e che magari, da piccolo, non facevano mai giocare a un due tre stella


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. frozentermini

permalink | inviato da attentialcane il 22/2/2008 alle 7:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


21 febbraio 2008


LUCA LA QUALUNQUE

Cchiù pil pe' tutti.


21 febbraio 2008


LE NOTIZIE CHE POTREBBERO ESSERLO

 

Vuoi vedere che poi sono andati a cena insieme? Chissà, magari con Guty e la sorella (oh, si scherza eh!)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. calcio milan champion's league guty

permalink | inviato da attentialcane il 21/2/2008 alle 14:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


21 febbraio 2008


"PERO' SONO UN CAZZARO DI RISPETTO E DI PIETRO LO COINVOLGO NEL PROGETTO"

Grazie a "Il blob del blog", la rubrica di Vittorio Zincone sul Magazine, scopro che Emmebi ha tratto spunto da Fango di Jovanotti per criticare l'alleanza tra Veltroni e Di Pietro. Suggestione peraltro già impossessatasi di Maurizio Crippa qualche giorno prima, quando però ancora non era ufficiale l'apparentamento.
Naturalmente il contributo più sostanzioso in materia lo hanno dato loro.


21 febbraio 2008


OLTRE LA DIFFERENZIATA

Dopo i noti fatti sono molto sensibile alla raccolta differenziata. Ieri sera sono sceso per differenziare una sporta consistente di carta: fogli, riformisti, repubbliche, corrieri, stampe, eccetera. Al bussolotto mi si avvicina furtiva una signora sulla sessantina che mi fa: "Che me li può regalare?" Momento di stupore, poi si giustifica: "Sa... per il mio cagnolino". "Ma certo - le faccio io - tenga, magari Io donna non è proprio indicato", e lo getto tra carta e cartoni mentre ci sorridiamo complici. 
Ecco, non so quale insegnamento trarre da tutto ciò. La signora non sembrava una squatter, una di quelle per l'azione dimostrativa, disperata, individuale contro il sistema dei media. E neanche una semplice casalinga. Troppo sfrontata, troppo creativa. E se fosse l'avamposto delle nuove truppe cammellate di Pecoraro Scanio? Pattuglioni di cittadini che puntano direttamente al riciclo autogestito come ulteriore tappa nella battaglia al cuore dello Stato? Mi chiedevo inoltre: a chi rifileranno gli editoriali di Panebianco o di Pigi Battista riciclati?


20 febbraio 2008


PROPOSTINA PER LA RIMONTA

Facciamo un patto? Di Pietro se ne stia zitto, ma anche Prodi non esageri.


20 febbraio 2008


ERA UNA BUFALA

 Ok, ma voi vostra sorella la baciate in bocca?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. guty

permalink | inviato da attentialcane il 20/2/2008 alle 10:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


20 febbraio 2008


PREMESSO CHE LO SPIRITO SANTO SOFFIA UN PO' DOVE CAVOLO GLI PARE

"Ora sono un po’ diverso, è noioso essere sempre eguali. Chiunque mi sbatta la porta in faccia s’accorgerà che, non sapendo tuttora porgere l’altra guancia, prendo un’altra porta che mi si apra".

Quello che temo divertito? Che Ferrara si converta. E se si converte lo farà a modo suo. Eccessivamente. Magari se ne andrà a vivere in qualche posto sperduto dell'appennino, diventerà una specie di monaco intellettuale, una pingue pizia, un budda cattolico, una terribile coscienza dell'occidente, un Lindo Ferretti furbacchione, una Claudia Koll senza quel culo.


19 febbraio 2008


CORTESE DOTT. MORTONI

C’è il cittadino Gianfranco Mortoni che scrive a Lucia Annunziata ("Posta, risposta" - La Stampa). In politica – dice – si dovrebbe fare come Capello, che chiama i giocatori con il loro cognome: “Come a dire: poca confidenza tra professionisti! Imparino i politici da Capello, e dicano Veltroni, non Walter”. Ok, ma chi ci assicura che Mortoni mentre scrive non indossi le infradito?


19 febbraio 2008


SIGNORA MIA, NON CI SONO PIU' LE BISTECCHE DI UNA VOLTA

I teodem non vogliono l'accordo con i Radicali. Dice Luigi Bobba (che non so se sia proprio un teodem, ma ci siamo capiti): "Se si comincia così, con queste richieste, dove si andrà a finire? Nessuno di noi è al mercato". Lo vada a dire a Di Pietro.


19 febbraio 2008


MACELLERIA ELETTORALE

Il manifesto dell'Italia dei Valori, il partito di Antonio Di Pietro (Agf)

Va bene la creatività, ma qui di creativo c’è poco. Nel linkage immagine-leader, voglio dire. E poi farei osservare ai creativi che, dopo questo manifesto, il 98% del parco elettorale di Di Pietro - che dicono aggirarsi intorno al 4% (mah!) - nella scheda elettorale è capace di mettere una bistecca con scritto “e mo’ magnateve pure questa”. Bistecca di carta, eh.


19 febbraio 2008


PESSIMISMI MATTUTINI

Stamattina in autobus ho visto una signora immersa nella lettura di questo libro (e scommetto che possa essere proficuamente interrogata anche su Imparare l'ottimismo). Ecco, siccome sto cercando un mio centro di gravità permanente riguardo alle cose elettorali, mi chiedevo: ma quella signora lì voterà Berlusconi o Veltroni?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Berlusconi Veltroni

permalink | inviato da attentialcane il 19/2/2008 alle 8:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


18 febbraio 2008


GUTY Y VAN BASTEN

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. van basten guty

permalink | inviato da attentialcane il 18/2/2008 alle 11:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


18 febbraio 2008


UN SOLO PUNTO VERDE TRA IL ROSSO E IL NERO

"(il sistema tedesco), che non solo avrebbe garantito al governo Prodi lunghi mesi di relativa stabilità, ma avrebbe anche permesso di riaprire la partita, spezzando in parlamento, prima che alle elezioni, l’unità del centrodestra. (...) Veltroni ha scelto dunque di giocare d’azzardo. Se vincerà, sarà il suo trionfo. Se perderà, sarà una disfatta senza precedenti per tutta la sinistra italiana, tale da fare impallidire tutte le precedenti sconfitte della sua storia, che pure ne è ricca. La campagna elettorale è cominciata. Rien ne va plus".

Sono convinto che sì, il centrodestra con l'approvazione della legge elettorale "tedesca" sarebbe imploso in parlamento. Però anche il centrosinistra non è che godesse di salute ottima, in parlamento. Certo, la partita si poteva riaprire, ma può darsi anche di no. E poi con il "tedesco" magari sarebbe imploso il Pd e questa sarebbe stata una vera e propria disfatta, non soltanto per il centrosinistra. Comunque, come giustamente si osserva qui adesso i discorsi stanno a zero: occorre lavorare per vincere. Spero sia questo il senso dell'editoriale di Left Wing.

sfoglia     gennaio   <<  1 | 2 | 3  >>   marzo