Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

E SE FINI FOSSE UN BLUFF?

Seguito il dibattito tra Fassino e Fini su Nessuno Tv, mi sono convinto, anche se non ce n’era bisogno, che la destra è in uno stato pietoso e che bisognerebbe dirlo con molta più insistenza. Fini dice a Berlusconi: il leader sei tu, ma dacci una strategia. E tu fai qualcosa, perdiana! Sono anni che sei lì in rampa di lancio e ancora giochi ‘sto ruolo da scolaretto fedele alla linea anche quando non c’è?
Il colloquio che ha avuto poi con Monica Guerzoni del Corriere della sera non aggiunge nulla di nuovo. Dice (è l’intervistatrice che interpreta): voglio fare io il motore della coalizione, fare il “centro del centrodestra”. Bene, allora fàllo. E per farlo non serve scimmiottare le parole d’ordine rilanciate ieri da un Montezemolo curiosamente battagliero, dimenticando – per esempio – che An è uno dei partiti che ha sempre tratto giovamento dalle politiche di spesa (un po' anche Montezemolo, per la verità). Che fa Fini per ritagliarsi questo ruolo di motore? Si fa dettare la linea da Confindustria e da Bossi? Il fatto è che il problema del leader di An è soltanto uno e cercammo, un po’ di tempo fa, di spiegarlo qui.

Pubblicato il 30/8/2007 alle 10.13 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web