Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

QUEL CAZZARO DI WALTER

"In realtà quello che si nota principalmente è il tradimento di Massimo D'Alema, quello che per peso specifico e cultura sarebbe decisivo nel contribuire a un successo di Veltroni nello sbloccare il pantano Italia. Ora è comprensibile che, azzoppato da Paolo Mieli e dalla procura di Milano sui casi Antonveneta e Bnl, ridicolizzato nei tentativi di assumere ruoli da riserva della Repubblica, trasformato a forza (pena più gravi sciagure) in paladino di Prodi e infine costretto da una ormai famosa gip a sostenere Veltroni, il nostro ministro degli Esteri abbia dovuto cedere. (...) Certo che, però, vedere ridotto il lucidissimo Max a una sorta di ex dc minore... fa impressione. Vedere un capocorrente che non riesce a fare il salto da statista non sorprende tanto. Non quanto, almeno, assistere a uno statista che precipita a puro caporrente. Anche perchè c'è il rischio che alla fine - per uno scherzo della storia - il ruolo da vero D'Alema riesca a giocarlo fino in fondo quel cazzaro di Walter".

(Lodovico Festa - Il Foglio)

Pubblicato il 22/1/2008 alle 22.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web