Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

CONFORMISMI ACCHITTATI

“dal mio punto di vista che è quello di uno che fa politica e che in questi anni ha fatto parte, pur con responsabilità modeste, del tanto vituperato governo Prodi, ascoltare la rete e partecipare al suo dibattito è servito a poco (…) Dirò di più e di peggio, (non ho ascoltato, ndb) nulla di ‘culturalmente autonomo’. (…) la blogosfera è piena di tanti piccoli Giavazzi, di tanti piccoli Beppe Grillo e così via. (…) E davvero non è detto che da qui vengano indicazioni più originali che da un incontro vecchio stile con i lavoratori di non so quale azienda agricola”.

Orfini prende spunto da una cosa di Granieri e spiega molto bene il rapporto tra rete e politica, mettendo nella giusta luce le cose sulla partecipazione, la bidirezionalità, la catena input-output-feedback eccetera.
Poi con più calma ci torno, ma mi pare che a spanne il concetto sia più o meno questo: molti - con tutte le buonissime intenzioni di questo mondo - pensano di essere animali della savana e invece dovrebbero cercare di uscire dallo zoo.

Pubblicato il 1/2/2008 alle 9.35 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web