Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

"RESPIRO ARIA DI ASPETTATIVA"

«In una città come questa, cioè piena di gente terziaria e quartaria, (...) c'era molto da tradurre in materia aziendale, specialmente testi chiamati operativi, e siccome c'era molta fretta, si contentavano anche di me, senza badare troppo agli apostrofi (...) Applicando la regola degli errori i dirigenti, di qualunque livello essi siano, possono "puntare al sodo. Non rischieranno più di badare agli alberi senza vedere la foresta; saranno in grado di guardare ai risultati complessivi, non ai piccoli errori"» ( da La Vita agra)

Chissà cosa avrebbe scritto Luciano Bianciardi di questo manager Telecom e della sua
Waterloo
. Che poi a me fa anche un po' tenerezza, il manager. Può darsi che a fargli le scarpe, iutubbemente parlando, sia stato un concorrente. Sì, insomma un calcio negli stinchi di quelli tipicamente aziendali. Ecco, se così fosse ci verrebbe in aiuto ancora una volta Bianciardi, sempre ne La vita agra.

«Se si trattasse soltanto di aprire un vuoto politico, dirigenziale in Italia, con pochi mezzi ci riuscirei (...) Ma il guaio è dopo, perchè in quel vuoto si ficcherebbero automaticamente altri specialisti della dirigenza. Non puoi scacciarli perchè questo è il loro mestiere, e si sono specializzati sugli stessi libri di quelli che dirigono adesso, ragionano con lo stesso cervello di quelli di ora, e farebbero le stesse cose»  

p.s. il virgolettato del titolo non è di Bianciardi.

Pubblicato il 5/4/2008 alle 16.3 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web