Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

IL PRIMO PRECARIO? GESU' CRISTO

 

Qua si è senz'altro d'accordo con Don Bruno Sopranzi, responsabile dell'Ufficio scuola della Curia di Genova, nel ritenere che la Chiesa debba stare sempre dalla parte di chi è in difficoltà e che Gesù oggi ammonirebbe tutti gli scribi baby pensionati e tutti i farisei cinquantenni con regolare contratto di lavoro a tempo indeterminato più o meno così: "
Ero precario e mi avete sostenuto". Anche se qualcuno potrebbe obiettargli che la vertigine teologica e il paragone non reggono neanche per idea: era un figlio di papà (e che Papà!) e c'aveva sicuramente più d'un santo in paradiso.

Pubblicato il 14/11/2008 alle 18.42 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web