Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

MODE

Delle pensose articolesse di Adriano Sofri qua si ha lo stesso giudizio di quelle di Eugenio Scalfari: esteticamente ineccepibili ma barocche, manierate e - dunque - noiose. Però, se uno ha voglia di arrivare fino in fondo, ogni tanto contengono robe condivisibili. Ieri Repubblica gli ha affidato un pezzo sul ritorno della Fede, insomma come mai Monica ed Agostino in prima serata e tutti a leggere la Bibbia, pure Erri De Luca che però non crede, eccetera? E lui ha scritto, come sempre, un bel mattone di marzapane. Però stavolta, tra un merletto rococò, un arabesco e una pippa mancina, ha piazzato questo quadrato pietrone romanico:

"La spiritualità, o almeno una sua accezione, si mostra così come un contraltare e una specie di risarcimento alla fiducia nel cambiamento comune del mondo e si sforza di arginarne la disfatta (...) Ci furono stagioni in cui ci si ubriacò dell'intenzione di cambiare il mondo, sicchè a sbornia passata si ripiega sul cambiamento di sè".

Pubblicato il 14/2/2010 alle 14.53 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web