Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

Una giornata al mare – LA MAMMA MILANESE CHEPPALLE!



Qui a Levanto – costa ligure un po' verso lecinqueterre ma meno gnè-gnè – c'è pieno di mamme milanesi. Che sono donnini senza tette col capello corto e biondino ma poi neanche tanto: cenere, diciamo. Mamme milanesi con prole dietro. Non più di un maschietto, spesso biondo, a forza di shampoo alla camomilla. Che si chiama Lupo o Brando o anche Zeno. Sono mamme spiaggiate a Levanto con il marito a Milano che arriva il sabato alle 17 e riparte la domenica alle 8 per “dribblare” il traffico del rientro.
La mamma milanese porta Brando alla lezione di nuoto, in bici. La mamma milanese aspetta che finisca la lezione di nuoto al bar e intanto dice “che ppalle”. La mamma milanese indossa un pareo di un bianco candido che neanche a Santorini. La mamma milanese è già al terzo marito e campa di assegni. La mamma milanese si guarda intorno in cerca di tordi.
L'altro giorno la mamma milanese è venuta in piscina con un tizio tipo Magnumpiai che calzava un sacco di braccialetti e di collanine. Per me il Magnum c'ha una moglie spiaggiata a Porto Venere con un figlio di nome Zeno. E li va a trovare in bici il sabato alle 17.

Pubblicato il 31/7/2010 alle 22.52 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web