Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

DIACOBUS - 15

Torno in autobus dopo qualche giorno giustappunto per nutrirmi di Diaco, che riesco a leggere solamente rollando e caracollando e beccheggiando sul trentacinquebarrato.
Pietanza succulenta il ragazzone, epperò a volte indigesta.
Per troppa scienza, intendiamoci.
Scrive a proposito di Maurizio Costanzo: “Per non parlare poi della sua rubrica quotidiana sul Messaggero: ma veramente la scrive lui? Forse Costanzo ama talmente Maria da dimenticare Flaiano”.
Ora, dicevamo della scienza.
Il ragazzone ha, verosimilmente, scoperto Flaiano leggendo qualche articolazzo recentissimo: sta uscendo (o forse è già uscito?) un volume di quello dell’arabesco per non so più quale quotidiano. Sì, insomma una ristampa per i ragionieri citazionisti da dopocena.
Ecco, Diaco è un po’ un dott. Cosimo Minchioni niuiorchizzato: fa finta di conoscere, tira alto, scambia la pula per grano.
Della sua rubrica uno - scientemente - non potrà mai dire: ma veramente la scrive lui?
Dubbi non ce ne possono essere: la scienza è scienza.
PS: se ne parla anche Luca Sofri potrò farlo - nel mio grande - anche io!

Pubblicato il 9/7/2003 alle 14.56 nella rubrica diacobus.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web