Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

QUEL RUTTATORE DI GOETHE

Schroeder e la moglie Doris, dopo le battute di Stefani sui ruttatori teutonici, hanno deciso di non venire da noi in vacanza.
Dispiace. Anche perché i tedeschi hanno sempre apprezzato il nostro sole e la nostra cultura e la nostra cucina e… basta così.
Schopenauer considerava l’Italia un’amante bizzosa: c’era insomma un rapporto di amore-odio, ma alla fine – per dirla alla Bossi – si riusciva sempre a trovare la “quadra”.
E, per rimanere sul terreno sessual-celoduristico, due anni fa una nobildonna tedesca sbeffeggiò la sbandierata vis amatoria italica definendola “animale”.
Ora, stereotipo per stereotipo, ci pensate che spasso se Goethe, nel suo Viaggio in Italia, avesse passato due ore a ruttare davanti al Colosseo, mentre orde di italici assatanati assaltavano bionde fanciulle nei sotterranei del Circo?

Pubblicato il 10/7/2003 alle 12.45 nella rubrica fangala.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web