Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

MI SA CHE STAVOLTA NON ERA IN FORMA. O NON LO ERA ALLORA?

Quando lessi questo articolo di Umberto Silva sul mestiere di genitore pensai: però, che cosa figa e profonda! Oggi leggendo un suo pezzo su articolo 18, posto fisso e pubblico impiego – sì, tutto insieme – ho pensato: che noioso, pigro, superficiale vitalismo da scrivania!

“L`articolo 18 e il pubblico impiego sono casse da morto dove per pigrizia ci si rinchiude. Chi ambisce a così poco, si accomodi, è libero di farlo, ma lo stato non può fornirgli la cassa, è eutanasia. Lo stato deve fomentare la voglia di vivere, e vivere significa lottare, inventare, cambiare, fare quel che si ama e amare quel che si fa. (...) Il posto ciascuno se lo deve creare, a misura del proprio desiderio, solo allora si sentirà vivo”.

Pubblicato il 3/2/2012 alle 22.50 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web