Blog: http://attentialcane.ilcannocchiale.it

SE IL NATURISTA MI DIVENTA INTOLLERANTE

Un'interrogazione in difesa del naturismo a firma di Marco Perduca e Donatella Poretti (scoperta grazie al blog di Salvatore Grizzanti) mi ha riportato alla memoria uella volta in cui andai all'Isola de Le Porquerolles, paradiso per nudisti nonché parco marino della Costa Azzurra.

Ecco, ammettiamo che abbiate una passione smodata per il mare e non sappiate che esiste una zona off limits ai “benpensanti”. Il battello della domenica vi lascia proprio sull’ultima spiaggetta e, all’imbocco di un sentiero, trovate un cartello minaccioso: l’immagine di un costume cerchiata in un segnale stradale che indica divieto. Divieto.

Io non sono naturista. Ma non mi dà fastidio il naturismo e non ci penso neanche ad obbligare in nome della “decenza” un nudista a rimettersi le braghe in una spiaggia a lui riservata. Però, lì a Le Porquerolles ero fiducioso che, per uno spirito di semplice tolleranza applicabile veramente a tutti - e dunque anche ai “costumati” - ci fossero spiagge per gente che non se la sente di scoprire il pube.
E invece no. Il cartello parlava chiaro.

Ora, mi chiedo: caro il mio buon-selvaggio, sei contro tutte le convenzioni di questa nostra zozza società? Inneggi – e non potrebbe essere altrimenti – allo spirito di tolleranza? Ebbene, perché non tolleri uno che applica la tua stessa regola? O stai cadendo tu stesso nell'ingessatura di una convenzione? Perché, vedi, una norma – sebbene snob, come la tua – è pur sempre una norma. E dovrebbe farti schifo.

In Italia esiste una Federazione (Fenait) il cui sito ufficiale parla chiaro: “il naturismo insegna al rispetto di se stessi, degli altri e alla tolleranza”. Ma, a volte, l'inclinazione al totalitarismo, proprio delle sette, si nasconde nei dettagli. Che, nel mio caso, si è sostanziato nel bere una Coca-cola al bar del porticciolo dividendo il bancone con un ometto stempiato in Lacoste verde e batacchio ballonzolante.

Poco male: tanto sono un lockiano convinto, io.

Pubblicato il 15/7/2012 alle 9.33 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web